Nuovi Incentivi 2007 per decoder digitali: l'Unione Europea li approva

Via libera della Commissione europea agli incentici previsti dal Governo italiano nel 2007 a favore dei decoder per la tv digitale

Via libera della Commissione europea agli incentici previsti dal Governo italiano nel 2007 a favore dei decoder per la tv digitale. Per Bruxelles infatti "la detrazione fiscale fino a 40 milioni di euro è neutrale sotto il profilo tecnologico e proporzionata all'obiettivo di promuovere il passaggio al digitale e all'interoperabilità".

L'Italia ha notificato a Bruxelles la legge n. 296 del 2006 (commi 357 e 361 della legge finanziaria 2007), che dispone una detrazione dall'imposta sul reddito a favore dei consumatori che acquistano nel corso del 2007 apparecchi televisivi dotati di sintonizzatore integrato o decoder digitali. La detrazione dall'imposta sul reddito è pari al 20% delle spese sostenute per l'acquisto dell'apparecchiatura, fino a un importo massimo di 200 euro per decoder.

"Dato che la misura rispetta i principi di trasparenza, necessità, proporzionalità e neutralità tecnologica, la Commissione ritiene che l'aiuto in questione sia compatibile con il mercato unico", spiega la nota della Commissione, che specifica come " il contributo è accordato a prescindere dal fatto che il decoder sia usato per ricevere canali televisivi terrestri, via cavo o satellitare''.

''La Commissione incoraggia il passaggio alla radiodiffusione -si legge nella nota - con la tecnica digitale, in linea con le proprie comunicazioni del 2003 e del 2005, nella misura in cui gli aiuti di Stato risultano compatibili con le norme in materia''. La commissaria responsabile per la Concorrenza, Neelie Kroes, ha dichiarato: "Questa decisione dimostra non soltanto l'impegno della Commissione nel promuovere il passaggio alla televisione digitale e l'interoperabilità, ma anche che lo Stato può contribuire al raggiungimento di questi obiettivi nel rispetto delle norme in materia di aiuti di Stato".








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su