YouTube: i candidati presidenziali risponderanno in diretta video alle domande degli utenti

«È una delle più grandi innovazioni a cui abbiamo assistito in politica»

Google e CNN hanno deciso di organizzare il primo dibattito politicodell'era web 2.0. Il prossimo 23 luglio otto candidati Democratici allaPresidenza statunitense dovranno infatti rispondere alle domande degliutenti di YouTube, fornite per l'occasione sotto forma di videoclip.

«È una delle più grandi innovazioni a cui abbiamo assistito in politica», ha dichiarato Mike Gehrke, direttore ricerche del Democratic National Committee. «I video auto-prodotti stanno già cambiando gli equilibri nelle campagne elettorali».

Secondo alcuni osservatori il rischio è che si assista ad uno«spettacolo» un po' irriverente. Un po' com'è successo ad alcunipolitici di grido che hanno tentato di affacciarsi sul mondo online,Hillary Clinton su tutti.

«Ci stiamo muovendo da una società basata sulla scrittura ad unabasata sui video, che ci piaccia o no», ha commetato Andrew Rasiej,fondatore di techPresident.com.«I candidati stanno iniziando a capire che l'unico modo perfronteggiare lo tsunami di video generati dagli elettori è direalizzarne altrettanti. La web-culture considera i video online piùautentici, meno elaborati di quelli televisivi, e quindi un antidotorispetto alle battute ad effetto dei politici».





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su