Costi vacanze 2007: aumento dei prezzi degli alberghi italiani fino al 10% rispetto all'anno scorso

A riscaldare le prospettive di un’estate già bollente l’indagine condotta da Frderconsumatori sul caro prezzi del settore turistico

A riscaldare le prospettive di un’estate già bollente l’indagine condotta da Frderconsumatori sul caro prezzi del settore turistico. Uno studio condotto su 1.535 alberghi a 2,3,4 stelle infatti (lo scorso anno il campione era costituito da 924 strutture), e relativo alla settimana 11-18 agosto 2007, mostra un aumento dei prezzi pari al 7,6 per cento, con una crescita più accentuata al sud Italia e nelle isole (+10,6 per cento) rispetto al centro Italia (+5,5) e al nord (+3,1).

Il ritocco tariffe è meno sensibile per i campeggi dove il pernottamento di un adulto è aumentato in media rispetto all’anno scorso del 3,2 per cento, per un posto tenda. L’aumento di affitto piazzola per tre persone, è invece stimato intorno al 2,1 per cento, mentre per il camper è del 2,5 per cento.
Lo studio prende anche in considerazione l’ospitalità nelle abitazioni destinate a vacanza e stima in 801 euro il prezzo medio settimanale per l’affitto di un monolocale-bilocale dotato di 3-4 posti letto sempre nella settimana di ferragosto. Federconsumatori ha annunciato per l’anno prossimo una ricerca sui prezzi delle strutture dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Alberghi

Quanto spendono mediamente gli italiani per il pernottamento in albergo? A livello nazionale, la tariffa alberghiera media pro capite (2, 3, 4 stelle), in camera doppia, per un trattamento di pensione completa, con permanenza minima di tre giorni, è di 92 euro al giorno. La cifra però è una media fra valori più contenuti registrati nelle strutture del nord Italia (una media di 70 euro al giorno) e i 132 euro al giorno stimati invece negli alberghi delle località balneari del Sud e delle Isole. Così lo stesso prezzo può variare dai 65 euro al giorno dell'Emilia Romagna ai 158 euro al giorno della Sardegna. Complessivamente, a livello nazionale, i prezzi aumentano del 7,6% rispetto al 2006. Al Nord, con una spesa media di 70 euro al giorno, l'aumento è del 3,1%. Al Centro Italia, con una spesa media di 97 euro, l'aumento è del 5,4%. Mentre al Sud e nelle Isole i prezzi sono più alti (spesa media giornaliera di 132 euro) e più alto è anche l'aumento percentuale: più 10,6% rispetto al 2006.

Campeggi


I prezzi sono stati rilevati considerando il prezzo per il pernottamento di un adulto, il prezzo di affitto di una piazzola per camper e il prezzo di affitto per una piazzola per tenda in grado di ospitare almeno tre persone. Le tariffe in questo caso variano molto a livello nazionale mentre i prezzi sono sostanzialmente stabili. A livello nazionale la spesa per un soggiorno settimanale è di 246 euro a coppia se si va in camper e di 239 euro a coppia per una vacanza in tenda. In media, il pernottamento di un adulto costa in campeggio 9,6 euro al giorno (più 3,2% rispetto al 2006), il posto tenda costa 14,9 euro (più 2,1% rispetto all'anno scorso) e il posto in camper 16 euro (più 2,5% rispetto al 2006).

Appartamenti

Federconsumatori ha inoltre effettuato uno studio sperimentale sull'ospitalità delle abitazioni destinate a vacanza, "quantificabile, complessivamente, in oltre 10 milioni di posti letto, cioè una quantità pari a 2,5 volte la ricettività turistica" registrata dai dati Istat 2004. La rilevazione è stata condotta, spiega lo studio, immedesimandosi nella figura di un turista che vede le vetrine online delle agenzie immobiliari, valuta i prezzi, cerca l'alloggio in residence o campeggi che hanno appartamenti. E quanto spenderà a Ferragosto? In media, a livello nazionale, "il prezzo settimanale di locazione di un appartamento monolocale/bilocale di ridotte dimensioni, dotato di 3/4 posti letto, ammonta a 801 euro". Anche qui le differenze fra singole regioni sono significative: si passa dai 601 euro delle località balneari del Nord a 873 euro del Centro Italia a 1.019 euro del Sud e delle Isole, "dove i dati disponibili evidenziano il significativo peso - afferma l'indagine - dei complessi turistici ad elevata potenzialità ricettiva". Così in Veneto si può avere un prezzo di 524 euro nella settimana di Ferragosto. Se si va in Toscana, il prezzo arriva a 946 euro. Puglia, Basilicata e Sardegna vanno tutte oltre le 1.000 euro con la punta della Sardegna che è la più cara a 1.175 euro.

Stabilimenti balneari

Rincari anche alla luce del sole per lettino ed ombrellone che quest’anno costeranno 15 euro in più. Questo il calcolo del Codacons sulle tariffe degli stabilimenti balneari per l'estate 2007 che, viste le temperature sopra la media, ha già aperto i battenti. Si scopre così che i prezzi di lettini, sdraio e ombrelloni hanno subito ritocchi al rialzo, anche se di entità inferiore rispetto agli incrementi registrati negli anni passati. E alle variazioni delle tariffe degli stabilimenti si aggiungono gli aumenti dei prezzi di gelati, bibite, panini, venduti sulle spiagge, e gli incrementi registrati nei prezzi dei carburanti. Per un ombrellone il prezzo si aggirerà dunque tra i 9 e i 12,50 euro con un incremento del 2%. Mentre per un lettino si spenderanno tra i 9 e i 12 euro (+5%). Aumento del 7% per le sdraio, tra i 6,50 e i 7,50 euro. Un abbonamento stagionale oscillerà invece tra i 480 e i 590 euro (+7%), mentre un abbonamento giornaliero tra i 16 e i 20 euro (+5,8%).





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su