La centrale fotovoltaica più grande d'Italia che sfrutta l'energia solare è stata inaugurata da Enel

Dieci ettari di pannelli solari, 6 MW di potenza e 7 milioni di chilowattora prodotti ogni anno. Queste le caratteristiche dell'impianto fotovoltaico ENEL in progetto presso Montalto di Castro

Dieci ettari di pannelli solari, 6 MW di potenza e 7 milioni di chilowattora prodottiogni anno. Queste le caratteristiche dell'impianto fotovoltaico ENEL inprogetto presso Montalto di Castro (Vt). Sarà la più grande centralesolare italiana, in grado di coprire il fabbisogno energetico di 2.700famiglie. L'investimento previsto per l'opera è di circa 30 milioni dieuro.

Grazie alla nuova centrale saranno risparmiateben 5mila tonnellate di emissioni di Co2. La struttura, che sorgerà neipressi della vecchia centrale nucleare mai completata, si andrà adaggiungere alla centrale fotovoltaica ENEL di Serre Persano (CE) da 3,3MW. L'inaugurazione è prevista entro il primo semestre del 2008.

L'impianto di Montalto di Castro rientra nel piano ENELdi investimenti quinquennale (2007-2011) , pari ad oltre 4 miliardi dieuro. L'opera sarà realizzata dal Enel.si, che nel 2006 si è occupatadell'installazione di 8,3 MW di impianti solari per clientiindustriali, domestici e dei servizi pari a circa il 40% del totaleinstallato in Italia.

"Questo progetto - ha dichiarato l'Amministratore delegato diEnel Fulvio Conti - è una splendida dimostrazione del nostro impegnonel campo dell'energia solare. Siamo presenti in questo settore daoltre vent'anni e stiamo sviluppando sistemi innovativi per sfruttarel'energia del sole in modo sempre piu' efficiente, per esempio con isistemi a concentrazione".

"Montalto - ha affermato il Sindaco dellalocalità viterbese, Salvatore Carai - conferma la sua vocazioneenergetica al servizio del paese. Oltre alla più grande centraletermoelettrica, il nostro sito ospiterà la più grande centrale solareitaliana: un doppio primato che grazie alla qualità ambientale degliimpianti crea interessanti opportunità di integrazione tra industria eterritorio all'insegna dello sviluppo e del rispetto per il territorio".





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su