PayPal, piattaforma di pagamenti online, diventa una Banca in Lussemburgo

Svolta storica per PayPal che con il 2 luglio abbandonerà le vesti di società di pagamenti online per assumere le nuove sembianze di un istituto di credito vero e proprio

Svolta storica per PayPal che con il 2 luglio abbandonerà le vesti di società di pagamenti online per assumere le nuove sembianze di un istituto di credito vero e proprio. L’istituto avrà sede nel Lussemburgo, dove ha ottenuto il via libera, per iniziare a operare con la licenza di una banca. Dall’e-commerce al settore creditizio, l’eclettismo del business non ha confini … uffici di vendita saranno inaugurati nei singoli Paesi europei, migliorando di conseguenza il rapporto con i venditori on line dei piccoli siti. Di contro, questi ultimi avranno più facilità nel vendere in tutta Europa, utilizzando PayPal come sistema per i clienti.

Come funziona

Il sistema di pagamento Paypal permette di effettuare transazioni online senza inserire e condividere ogni volta le proprie informazioni finanziarie. La registrazione al sistema è gratuita e permette la creazione di un conto personale (non senza appoggiarsi ad un altro conto corrente, carta di credito o prepagata), dopodiché è possibile effettuare o ricevere pagamenti. Servirsi di questo mezzo per gli acquisti in Internet offre l’opportunità di agire senza che sia necessario dispensare in alcun modo i propri dati o i numeri delle carte di credito. I pagamenti possono essere quindi effettuati tramite il proprio conto Paypal, carte di credito come Visa o MasterCard, nonché le carte prepagate appartenenti al circuito Visa Electron (Postepay, Kalibra, Vodafone Cash Card e simili). L’invio di denaro è gratuito e dopo di esso il cliente riceve una mail che gli conferma il pagamento effettuato. Al contrario, la ricezione è invece soggetta a tariffe (il denaro ricevuto resta su un conto virtuale e c'è una ulteriore tariffa di 1 euro per l'accredito sul conto corrente se il bonifico è inferiore ai 100 euro). Per quanto riguarda invece il prelievo, è gratuito se la cifra corrisponde a 100 euro o più, mentre viene tassato di 1 euro nel caso sia inferiore a questo importo. Paypal supporta pagamenti in dollari americani, australiani e canadesi, euro, sterline inglesi, yen giapponesi e renminbi cinesi (solo per gli utenti PayPal.com.cn). Non è possibile inviare soldi tra un account PayPal.com.cn e un account PayPal.com, quindi gli utenti cinesi sono effettivamente esclusi dai pagamenti internazionali.

Paypal in cifre

Con un volume di pagamenti di 8,4 miliardi di dollari, migliaia di negozi online in 14 paesi e con 16 diverse valute il sistema di pagamento online promosso da Paypall è di gran lunga il più utilizzato e con più affidabilità. Non a caso in Italia viene aperto un conto ogni 30 secondi, per un totale di oltre 20 mila nuovi conti alla settimana. Alla fine del primo trimestre 2007 sono quasi 2 milioni di conti attivi. Il volume totale di pagamenti elaborato nel nostro Paese nel 2006 è stato pari a quasi 220 milioni di euro, con una crescita rispetto al 2005 pari al 176%.


La svolta

Niente più frustrazioni per gli aficionados al sistema Paypal utilizzabile solo su E-bay e specifici siti di e-commerce, da luglio infatti l’innovativa tecnologia e-commerce partirà alla conquista della vecchia Europa proponendo i suoi servizi a commercianti e imprese.
Secondo Forrester Research, il 23% di chi fa shopping online in Europa preferisce pagare con PayPal. Questi acquirenti hanno attualmente a disposizione oltre 100 mila siti web dove fare acquisti con PayPal in Europa, e molti altri in tutto il mondo.

Ambizioni colonizzatrici

“La nostra aspirazione è che PayPal sia offerto come metodo di pagamento su tutti i siti di e-commerce in Europa”, auspica Brent Bellm, direttore di PayPal in Europa. “Permettendo agli acquirenti di pagare con il metodo che preferiscono, senza inserire e condividere ogni volta le proprie informazioni finanziarie, i commercianti possono aumentare le proprie vendite. Molti negozi on line hanno visto crescite significative del loro business dopo aver adottato PayPal. Sicurezza, semplicità d'uso e velocità sono alla base del nostro servizio”, aggiunge Bellm (v.articolo).





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su