Thomson rileva Reuters, nota agenzia di stampa, per 12,7 miliardi di euro

Il gruppo media canadese Thomson ha trovato un accordo per rilevare Reuters per circa 8,7 miliardi di sterline (12,7 miliardi di euro), un'operazione che darà vita al maggiore gruppo mondiale di notizie e dati finanziari

Il gruppo media canadese Thomson ha trovato un accordo per rilevareReuters per circa 8,7 miliardi di sterline (12,7 miliardi di euro),un'operazione che darà vita al maggiore gruppo mondiale di notizie edati finanziari.

In un comunicato congiunto, le due societàhanno detto che l'operazione gode dell'appoggio della Reuters FoundersShare Company, che avrebbe potuto bloccare l'acquisizione se avesseritenuto che fosse a rischio l'indipendenza giornalistica di Reuters.Manca ancora il via libera delle autorità di controllo e degliazionisti.

Il titolo Reuters ha avviato la seduta in rialzo del3,3% prima di ridurre leggermente i guadagni. Intorno alle 9,20 Reuterssale del 2,56% a 621 pence.

La famiglia Thomson, che controllaal 70% Thomson Corp attraverso la holding Woodbridge, sostienel'operazione e alcuni azionisti di Reuters hanno detto che l'offerta di352-1/2 pence e 0,16 azioni Thomson per ogni titolo Reuters è equa.

Il nuovo gruppo Thomson-Reuters, quotato a Toronto e a Londra, avrà ungiro d'affari di circa 12 miliardi e quasi 49.000 dipendenti. Con il34% del mercato dell'informazione finanziaria supererà Bloomberg LP,che ha il 33%, secondo la newletter di settore Inside Market Data.


Le due società si aspettano che l'operazione generi sinergie superioriai 500 milioni di dollari annui entro tre anni dalla chiusura del deal,che dovrebbe avvenire l'anno prossimo.

I sindacati cherappresentano i dipendenti Reuters in Gram Bretagna, Canada e StatiUniti hanno scritto ieri alla Reuters Founders Share Company esprimendo"profonda preoccupazione" per l'impatto che un singolo azionista dicontrollo potrebbe avere sui valori che stanno alla basedell'informazione Reuters.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su