Stati Uniti accusano Putin di stare concentrando tutto il potere nelle sue mani in Russia

Condoleezza Rice si e' detta 'preoccupata' per l'alta concentrazione dei poteri in capo al Cremlino che si palesa in Russia.

Condoleezza Rice si e' detta "preoccupata" per l'alta concentrazione dei poteri in capo al Cremlino che si palesa in Russia.

Il segretario di Stato Usa ha sostenuto che Washington e Mosca stanno attraversando un "momento difficile" nelle loro relazioni bilaterali, anche se non ha fatto riferimenti espliciti alla disputa in corso sul progetto statunitense di costruire uno scudo anti-missile europeo.

"C'e' molta preoccupazione nel mondo, in Europa e negli Stati Uniti, sull'andamento della politica interna russa negli ultimi anni", ha affermato Rice davanti a una commissione del Senato federale americano.

"La concentrazione del potere al Cremlino e' diventata problematica", ha aggiunto. Il capo della diplomazia Usa e' attesa a Mosca la prossima settimana.

Nel corso dei suoi incontri con i vertici politici russi, Rice discutera' del piano statunitense, in cui si prevede di dotare gli alleati europei di un sistema di difesa dai missili a lunga gittata che potrebbero in futuro essere lanciati dal Medio Oriente.

Il presidente russo Vladimir Putin e' fermamente contrario all'iniziativa, e ha minacciato una moratoria unilaterale nell'applicazione del Trattato sulle Forze Non Convenzionali, firmato a suo tempo con la Nato.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su