I costi di costruzioni e i prezzi finali per le case nuove sono aumentati nel 2006

Nel 2006 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale è aumentato del 3,1% rispetto all'anno precedente.

Nel 2006 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale è aumentato del 3,1% rispetto all'anno precedente. Pesa soprattutto il costo dei materiali, che dal 2005 al 2006 è aumentato del 4%, mentre per la mano d'opera la crescita è stata del 2,3% e per le voci relative a trasporti e noli del 2,7%. Lo ha comunicato l'Istat: nel quarto trimestre del 2006 l'indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale è aumentato dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e del 3,6% rispetto al corrispondente trimestre dell'anno precedente, con un aumento complessivo del 3,1% dal 2005 al 2006.

L'analisi degli indici per capoluoghi di regione e provincia autonoma rileva che le variazioni più significative si sono registrate a L'Aquila e a Firenze sia in termini congiunturali (rispettivamente più 5,9% e più 3,2%) sia in termini tendenziali (rispettivamente più 7,8% e più 7,2%). Complessivamente, dal 2005 al 2006, i costi di costruzione delle case hanno fatto registrare gli aumenti più significativi a Roma (più 4,7%), a Napoli e L'Aquila (più 4,5%), seguite da Firenze e Perugia (più 4,3%). A Torino i costi sono aumentati del 3,2%, a Genova del 3,1%, a Milano del 2,9% e a Bologna del 2,5%. Le città dove i costi sono più contenuti sono invece Venezia (più 1%) e Trieste (più 1,7%).








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su