Apple si focalizzerà sulla clientela business aziendale?

Da Windows a Mac il passo è breve. La pensano così, sempre più, in casa Apple, dove ora sembrano convinti che il business aziendale debba focalizzarsi più pesantemente sulla clientela professionale

Da Windows a Mac il passo è breve. La pensano così, sempre più, in casa Apple, dove ora sembrano convinti che il business aziendale debba focalizzarsi più pesantemente sulla clientela professionale. Non solo dunque quella di grafici e creativi innamorati dei Mac, ma quella delle grandi architetture, o ancora quello dei sistemi di Pc in rete nelle scuole, nelle pubbliche amministrazioni locali e centrali, nelle comunità. Target che fino a oggi era stato appannaggio praticamente esclusivo di Microsoft.

I passi verso questa nuova visione ci sono stati, e anche molto chiari: dapprima il passaggio ai chip di Intel e subito dopo, ancor meglio, la possibilità per gli utenti Mac di avere sulla propria macchina il sistema operativo Windows e ancora, di poter vedere insieme le due facce degli Os, Windows e Mac insieme. E proprio questo elemento è la chiave di volta per l'inserimento di Apple in mercati prima esclusivi di Microsoft.

A ciò si aggiunge un momento propizio per la mela morsicata: iPhone, iPod, a giugno il lancio del nuovo sistema operativo Leopard.

E, per assurdo, anche l'arrivo di Windows Vista sta aiutando Apple. L'ultimo sistema di casa Microsoft infatti ha impostato la sua comunicazione su un punto molto controverso: per passare al nuovo Os è consigliato (se non necessario) un upgrade dal lato hardware.

Altrimenti, aggiungiamo noi, difficilmente Vista girerà o ancora, solo con fatica e lunghe attese si potranno godere le sue nuove meraviglie.
Gli analisti ricamano proprio su questo passaggio: esortando gli utenti privati e business a un cambio macchine, Microsoft spingerebbe i suoi clienti tra le braccia di Apple, che in questo momento vive di luce riflessa il successo del suo marchio in molti settori.

Va ricordato che si tratta pur sempre di un fenomeno per ora marginale. Se alcuni analisti gridano all'aprirsi di un nuovo equilibrio tra Microsoft e Apple, altri ricordano che le opportunità per il mondo Mac sono ancora limitate. Lo confermano i numeri, che sono sì in crescita, ma a percentuali ancora ridotte: lo scorso anno la linea di desktop di Apple ha coperto il 4,4 per cento del venduto tra i Pc professionali negli Usa, mentre nel 2005 si parlava dl 3,6 per cento e nel 2004 del 3,2 (dati Gartner).


Eva Perasso
 








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su