Truffe telefoniche a professionisti e piccole società da parte di falsi agenti del fisco

L'appello e' stato lanciato dalla direzione regionale dell'Agenzia delle entrate della Toscana

Riportiamo una nota diffusa dalla direzione regionale toscana dell’Agenzia delle Entrate, in seguito alle decine di segnalazioni pervenute negli scorsi giorni, riguardanti tentativi di truffa telefonica da parte di presunti agenti del fisco:
 
 L'appello e' stato lanciato dalla direzione regionale dell'Agenzia delle entrate della Toscana.
 
 Le ultime segnalazioni di tentativi di truffa sono pervenute nei giorni scorsi da Prato e Livorno, dove studi professionali hanno ricevuto telefonate da parte di sedicenti funzionari del fisco che chiedono le coordinate bancarie oppure offrono in vendita abbonamenti a fantomatiche riviste.
 
 In una nota diffusa dall'Agenzia si rende noto che ''non rientrano nelle attivita' istituzionali dell'amministrazione fiscale ne' la richiesta di dati anagrafici per telefono, ne' l'invito a sottoscrivere abbonamenti a riviste fiscali o a pubblicazioni' e che ''nessun dipendente e' autorizzato a chiedere denaro ai contribuenti''.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su