Dopo Di Pietro, arriva anche D'Alema su Second Life con l'apertura dell'Istituto Italiano di Cultura

Il Ministero degli Affari Esteri ha aperto oggi in via sperimentale un Istituto Italiano di Cultura all'interno di “Second Life”, il mondo online in 3D

Il Ministero degli Affari Esteri ha aperto oggi in via sperimentaleun Istituto Italiano di Cultura all'interno di “Second Life” (www.secondlife.com),il mondo online in 3D, virtuale e interattivo, creato dalla societàamericana Linden Lab, che conta quattro milioni di utenti in rapido edesponenziale aumento in tutto il mondo.

L'IIC virtuale, dotato di spazi espositivi flessibili e a costi diallestimento estremamente contenuti, è stato edificato all'interno diun lotto nella regione “Eup” - sorta di “East Village” di Second Life -sulle rive di un lago. Si tratta del primo centro di promozioneculturale nazionale che vede la luce sul web, nel cuore di unacomplessa realtà culturale internazionale in costante cambiamento.

Nei suoi spazi è già in allestimento la mostra di giovani artistivisivi, “On the Edge of Vision”, che nel mondo reale è stata inauguratadal Presidente del Consiglio Prodi a Kolkata nel corso della sua visitain India, il 12 febbraio scorso. Una parte della mostra, curata dalProf. Lorenzo Canova - co-curatore, insieme a Maurizio Calvesi, dellaCollezione d'arte italiana contemporanea della Farnesina - sarà espostaa Mumbai il 25-28 marzo prossimo all'interno della grande rassegnasull'audiovisivo in India, “Frames”; successivamente è destinata aproseguire New Delhi e successivamente, per una circuitazione in altriPaesi dell'Asia.

L'Istituto di cultura virtuale, ospiterà successivamente altrieventi espositivi che il Ministero degli Esteri sta lanciando per lacircuitazione in varie aree geografiche ed in vari settori. Svolgeràpertanto una funzione di “vetrina” dell'azione della Direzione Generaleper la Promozione Culturale, centro direzionale di 90 Istituti Italianidi Cultura nel “mondo reale” i quali quotidianamente operano per lapromozione della cultura italiana all'estero, organizzando oltre 9000eventi l'anno. Ad essi si aggiungono 61 Rappresentanze diplomatiche eculturali in aree dove ad oggi non sono presenti Istituti di cultura,per un totale di 108 Paesi in tutto il mondo.

La piattaforma di Second Life consentirà di dare nuovo slancio allapromozione della creatività italiana soprattutto nei settori dell'artecontemporanea, del design, dell'architettura e del patrimonio culturale.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su