Attraverso le biomasse l'Italia coprirebbe il 13% del fabbisogno nazionale energetico

Il 13% del fabbisogno energetico nazionale potrebbe essere soddisfatto con le biomasse

Il 13% del fabbisogno energetico nazionale potrebbeessere soddisfatto con le biomasse. Così l'Italia risparmierebbe oltre12 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti e ridurrebbe leemissioni di anidride carbonica di origine fossile di 30 milioni ditonnellate, con un contributo determinate per contrastare ilcambiamento del clima. A farsi i conti è Col diretti a pochi giornidall'annuncio del ministro Bersani di nuova lenzuolata verde per lerinnovabili agricole.

Gli agricoltori invitano a cogliere le opportunità offerte dauna agricoltura rigenerata è una scelta di civiltà per il Paese maanche una responsabilità delle imprese agricole per contribuire allosviluppo sostenibile e al risparmio di risorse necessarie alraggiungimento degli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto. InItalia ci sono i terreni, le professionalità e le tecnologie adeguateper "coltivare" le energie rinnovabili all'interno dei confininazionali senza dover ricorrere alle importazioni che peraltro, comesta accadendo per l'olio di palma dall'Asia, stanno provocandodisboscamento di intere foreste vergini in Indonesia, Malesia e Cinamettendo a rischio la biodiversità.

L'importazione di olio di palma oltre ai problemicausati all'ambiente provoca - afferma la Coldiretti - un consumoaggiuntivo di energia per il trasporto e un inquinamento che in partevanifica gli obiettivi prefissati. Nel caso dell'importazione deibiocombustibili di origine indonesiana - precisa la Coldiretti - ilchilometraggio percorso con la nave è di circa 6mila chilometri con unconsumo energetico che corrisponde al 6,5 per cento dell'energiacontenuta nei prodotti trasportati. D'altra parte, dalla riforma dellaPolitica Agricola Comune viene - conclude la Coldiretti - viene undeciso orientamento dell'attività agricola verso la sicurezzaalimentare e ambientale che significa anche una politica che valorizzale risorse climatiche e naturali che il territorio offre per laproduzione di energie rinnovabili.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su