I trend del marketing online nel 2007 secondo TradeDoubler

Il 2006 è stato un anno molto importante per lo sviluppo di Internet

Il 2006 è stato un anno molto importante per lo sviluppo diInternet. L'arrivo del Web 2.0 ha portato la nascita del socialnetworking nella forma di blog, forum online e dei fenomeni YouTube eMySpace. Per la prima volta, le ore passate online hanno superatoquelle trascorse a guardare la televisione. Questo cambiamento è statoun fattore decisivo nel mondo dell'advertising e gli investitori hannopreso atto che il modo in cui viene fruita l'informazione è cambiato inmodo radicale.

Il 2007 vedrà alcuni sviluppi di questi trend in tre aree principali:

1. Internet dimostrerà di essere un valido strumento per la promozione del brand.

Benchéla spesa in advertising online sia ancora ridotta in proporzione allaspesa in pubblicità televisiva, gli investitori tradizionali hannoalmeno iniziato ad accettare il fatto che il loro budget deve cambiarerotta, se vogliono raggiungere la loro audience. Il rapido cambiamentodelle abitudini di consumo dei media, obbliga gli investitoritradizionali a cambiare strategia.Un chiaro segnale di questo trend èla crescita prevista nella vendita online da parte degli investitoripubblicitari di FMCG e Automotive per il 2007.

Secondo le previsioni di eMarketer ,nel 2007 i dealer locali aumenteranno gli investimenti nei mediadigitali e si prevede che la categoria auto raggiungerà un valore di2,7 miliardi di dollari, corrispondente al 15% dell'online e dellaspesa del prossimo anno. Inoltre Group M, il ramo investimenti delcolosso WPP, ha previsto una crescita pari a 160 milioni di dollarinell'online per il prossimo anno, il che - dichiara l'istituto diricerca - darà il via alla seconda fase dell'advertising su Internet evedrà anche gli investitori della GDO puntare finalmente su questomezzo. L'elevato numero di persone che oggi naviga online avrà ungrande impatto sulla scelta dei brand che le persone faranno e sul modoin cui recepiranno i brand medesimi. E ancora, la crescitadell'advertising online con la possibilità di interazione e lacrescente capacità di tracciare l'impatto sulle vendite offline (cioèle vendite chiuse al telefono e la redemption dei coupon nei centrivendita) mostrerà come Internet può avere un impatto sull'offline edimostrare la propria influenza sulla brand awareness.

2. Il Web 2.0 costringerà gli investitori a diventare più veloci e più flessibili.

Senzaombra di dubbio, il mondo dei nuovi media è soggetto a cicli e mode.All'inizio del 2006, è stato il caso del VoIP e di Skype. Oggil'attenzione è tutta su YouTube e il social networking. La velocità concui avvengono i cambiamenti sta a significare che può essere moltodifficile per i media planner pianificare e definire i propri programmidi investimento media. È praticamente impossibile sapere quale sarà ilnuovo trend - basti pensare alla nascita improvvisa dei blog e dei sitidi social networking per avere un'idea di come le cose possono cambiarevelocemente. Questo significa che i dipartimenti pubblicitari dovrannodiventare più flessibili, acquisendo maggiori capacità di adattamento evelocità di risposta, il che potrebbe avere un impatto sul tipo diadvertising che vedremo sul Web. Dovremo osservare con attenzionequesto fenomeno online .

3. La nascita della pubblicità locale.

Ilsuccesso di Internet è stato in qualche modo un paradosso, nel sensoche se esso rappresenta l'accesso alla rete per una grande quantità dipersone, dall'altro lato diventa anche lo strumento per ricercare lapropria nicchia. Oggi è possibile trovare una persona, un sito o unasocietà che risponde ai propri interessi personali, e questo hapermesso agli investitori pubblicitari di rivolgersi a pubblici moltospecifici attraverso blog dedicati a interessi particolari, ecc. Questotrend proseguirà nel 2007 fino a toccare la pubblicità locale, graziealla quale artigiani, idraulici e ristoratori potranno fare pubblicitàonline senza aver bisogno di costruire il proprio sito - dovrannosemplicemente soddisfare le richieste e le vendite offline . Siamo convinti che nel 2007 gli investitori locali comprenderanno sempre di più il potenziale di Internet.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su