IBM: ottima trimestrale. Crescono le vendite, i clienti e gli utili

Meglio di quanto ci si potesse aspettare: così si sono chiusi i risultati di Ibm per il quatro trimestre dell'anno scorso

Meglio di quanto ci si potesse aspettare: così si sono chiusi i risultati di Ibm per il quatro trimestre dell'anno scorso. Crescono le vendite, crescono i clienti, crescono utili e ricavi, crescono, ancora, i servizi offerti, anche se per tutta risposta il titolo scivola in Borsa con un -5%. La motivazione, secondo gli analisti, è del tutto psicologica, visti i risultati deludenti degli altri big del settore che nei giorni scorsi hanno fatto tanto parlare.

Ma se è andata male ad altri (per esempio a Intel), per Ibm le nuove strategie sembrano far maturare i frutti prima della stagione bella: il fatturato del gruppo statunitense arriva a 26,3 mld di dollari, e sale del 7% rispetto al 2005. Aumentano del 55% i contratti per la prestazione di servizi (soprattutto governi, grandi Pubbliche amministrazioni, colossi dell'industria), si registrano nell'intero anno passato acquisizioni di 11 società di software.

Certo, la società cresce, ma c'è un settore che comunque resta più debole degli altri, ed è quello dell'hardware, il più tradizionale per casa Ibm. D'altronde, proprio ieri Gartner lanciava l'allarme: crescono sì le vendite di hardware, ma i margini di profitto scendono.

Eva Perasso








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su