Le novità dopo l'incontro di Caserta della Maggioranza di Governo: fondi per 100 mld al Sud

Si è concluso con un Consiglio dei Ministri il vertice che la maggioranza di Governo ha tenuto ieri e oggi a Caserta

Si è concluso con un Consiglio dei Ministri il vertice che la maggioranza di Governoha tenuto ieri e oggi a Caserta. Il CdM ha approvato, tra l'altro, unquadro strategico per il Sud presentato dal Ministro Bersani: si trattadi uno strumento di orientamento strategico (previsto dal Regolamentocomunitario 1083/2006 sui Fondi strutturali) che l'Italia presenta allaCommissione europea a seguito di un articolato percorso diconcertazione con tutti i soggetti coinvolti.

Il quadro strategico nazionale 2007-2013 avrà a disposizione 123 mld (alMezzogiorno sarà dedicato l'85% dei Fondi nazionali destinati allapolitica regionale e cioè circa 100 miliardi di euro) e potrà contare,per la prima volta congiuntamente, sia di risorse dei Fondi strutturalie del relativo cofinanziamento nazionale, sia di risorse del Fondo areesottoutilizzate; questo si tradurrà in tempestività e certezza nellaprogrammazione degli investimenti. Il riparto programmatico dellerisorse destinate agli investimenti nel Sud segna una svolta innovativarispetto al periodo 2000-2006, puntando sulla valorizzazione dellerisorse umane (il peso percentuale passa dal 4,8 al 9% e, inparticolare per l'istruzione, dall'1 al 5%); sulla ricerca el'innovazione per la competitività (dal 9 al 14%); sull'uso sostenibiledelle risorse ambientali (dal 10 al 16%); sulla salute, l'inclusionesociale e i servizi per la qualità della vita (dal 3 al 9%); sullacompetitività e l'attrattività delle città e dei sistemi urbani (dal2,6 al 7,2%); sulla valorizzazione delle risorse naturali culturali eper il turismo (da 8 a 9%).

La finanziaria 2007 si inserisce nel nuovo Quadro strategico nazionale, offrendonuovi strumenti per avvicinare il Nord e il Sud del Paese:programmazione settennale del Fondo aree sottosviluppate e suorifinanziamento per 64 mld; credito d'imposta per investimenti inmacchinari e attrezzature; maggiorazione cuneo fiscale; riordinoSviluppo Italia; fondo competitività; riqualificazione delle areeurbane; interventi infrastrutturali.

Il Consiglio ha poi approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Ministro degli affari esteri, Massimo D'Alema:

su proposta del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino, e del Ministro dell'interno, Giuliano Amato:


suproposta del Ministro per le politiche europee, Bonino, e del Ministrodelle politiche agricole alimentari e forestali, Paolo De Castro:

Il Consiglio ha inoltre prorogato gli stati d'emergenza per criticità ambientali, giàdichiarati, nel territorio del comune di Acerra (Napoli) e nella lagunadi Orbetello. Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro per gliaffari regionali e le autonomie locali, ha esaminato numerose leggiregionali a norma dell'art. 127 della Costituzione.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su