Plastica delle auto ricavata dalla piante: invenzioni di ricercatori britannici

Un gruppo di ricercatori britannici sta studiando un polimero naturale da estrarre dalle piante capace di sostituire la plastica anche nella carrozzeria delle automobili

Un gruppo di ricercatori britannici sta studiando un polimeronaturale da estrarre dalle piante capace di sostituire la plasticaanche nella carrozzeria delle automobili.

Un nuovo metodo di lavorazione dovrebbe consentire di allineare lefibre, in modo da massimizzare la resistenza della plastica agli sforziin direzioni date. Le fibre vegetali possono essere accoppiate sia conplastiche tradizionali (polipropilene) sia con le resine biodegradabili (PLA).

Malcolm Wicks, ministro per la scienza e l'innovazione del RegnoUnito, si e' detto molto soddisfatto di questi studi: "La plastica chestanno ottenendo in questo progetto sarà leggera e resistente, ma,essendo stata ottenuta da piante, significa che alla fine del ciclo divita potrà essere biodegradata." Il ministro si e' anche dettoparticolarmente soddisfatto delle ricadute economiche che questatecnologia avrà sullo sviluppo del suo Paese.

Il progetto, guidato dalla NetComposites,durerà 30 mesi e un terzo delle 777.000 sterline necessarie sarà messoa disposizione dal governo. (Un progetto da 777.000 sterline in euro necosta 1.160.000)








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su