Alitalia: Meridiana dopo aver acquisito il controllo di Eurofly punta alla compagnia italiana

Solo qualche giorno fa sembrava sfumato anche solo il progetto di acquisizione di Eurofly

Solo qualche giorno fa sembrava sfumato anche solo il progetto di acquisizione di Eurofly.Invece Karim Aga Khan, proprietario di Meridiana, non solo ha portato atermine quell'operazione, ma ora punta decisamente più in alto.

Meridiana avrebbe già nei giorni scorsi formalizzato l'acquisto del29.9% di Eurofly (tenendosi rigorosamente un passo indietro rispettoall'opa obbligatoria) a 4 euro per azione (contro i 6,4 a cui fuquotata a suo tempo) dal fondo Spinnaker (controllato da Banca Profiloe gruppo Scamuzzi) ottenendo anche l'opzione sul restante 14% nelletasche di Spinnaker. Insomma ormai Meridiana controllerebbe Eurofly.

Il nuovo obiettivo del 70enne principe israelita è niente meno cheAlitalia. L'operazione su Eurofly sarebbe dunque a questo punto solo unpassaggio intermedio. E se consideriamo anche l'acquisizione del 15% diAdf (Aeroporti di Firenze) l'intera operazione acquista il sapore di unprogetto ordinato e determinato.

Come al solito la rosa dei nomi degli interessati ad Alitalia siallarga e si stringe come una fisarmonica. Ora siamo di nuovo in faseespansiva: ci sarebbe la compagnia Alpi Eagles dell'imprenditorenordestino Paolo Sinigaglia a capo di una cordata di investitoriveneti. Consulente per l'operazione Gianpiero Fiorani.

Si aggiungono poi alla lista Intesa-AirOne, in fase di esame delleopportunità e il fondo Management & Capitali di De Benedetti.

Difficile immaginare realmente i prossimi sviluppi. Per ora l'unicacosa certa è che il 19 gennaio ci sarà nuovamente sciopero, questavolta non saranno garantiti neanche i servizi minimi.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su