De Agostini lancia una OPA su su Cdb Web Tech e punta a creare un polo finanziario quotato

La società, che faceva capo a Carlo De Benedetti tramite la Romed International, è finita nel mirino della De Agostini

Un lunedì da leoni quello di Cdb Web Tech a piazza Affari. Lasocietà, che faceva capo a Carlo De Benedetti tramite la RomedInternational, è finita nel mirino della De Agostini. Il gruppoeditoriale ha acquisito il controllo del 46,53% del capitale di Cdb inpancia a Romed e il 4,87% del capitale nel portafoglio di BancaIntermobilire a un prezzo di 2,86 euro per azione.


Entro un mese dalperfezionamento dell'accordo scatterà l’opa; la De Agostini haannunciato un prezzo di 2,874 euro per ogni azione Cdb. Dopo un esborsoda 149,3 milioni di euro a favore di De Benedetti e BancaIntermobiliare, la casa editrice novarese potrebbe essere costretta ainvestire nell'operazione altri 150 milioni di euro.

Oggi però le azioni di Cdb hanno superato da subito il prezzodell’offerta di De Agostini volando a quota 3,03 per azione con rialzisuperiori al 7,2%. Il mercato insomma, come sempre, gradisce le offertee scommette su ulteriori rivalutazioni del titolo. Difficile dire inquesto momento quanto pesi la speculazione di investitori forti equanto le scommesse sul futuro della nuova finanziaria della DeAgostini. Di certo Cdb non correva tanto in borsa da un bel po’ ditempo.

L’obiettivo dichiarato da Lorenzo Pellicioli, amministratoredelegato del gruppo di Novara e da poco anche presidente di Cdb WebTech, è quello di creare un polo finanzario quotato per la De Agostini.

È già pronto pure il nome, Dea Capital,che si aggiungerà a Dea Editore, Dea Communications e Lottomatica. Lanuova società prenderà il posto di Cdb e ne manterrà competenze epartecipazioni. Si occuperà di private equity, investendoprevalentemente in società non quotate a breve e a medio termine. Èverosimile che in futuro nella neonata Dea Capital convergano anche glialtri investimenti in fondi di fondi di private equity del gruppo diNovara.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su