Confezioni monodose per eliminare l'incertezza davanti agli scaffali. Ecco il test di PocketWine

La proposta di confezioni monodose ha l’obiettivo di eliminare l'incertezza che si genera di fronte agli scaffali di ipermercati e discount,

Campione di vino

 

Il canale più significativo per la commercializzazione del vinoè la grande distribuzione: ambito che spesso genera disorientamento nelconsumatore per la confusione nella scelta di assortimento presentata.

La proposta di confezioni monodose(stesso principio dei sample di creme e profumi della cosmesi) hal’obiettivo di eliminare l'incertezza che si genera di fronte agliscaffali di ipermercati e discount, dando la possibilità di assaggiareil vino senza l'obbligo di acquisto della bottiglia.

PocketWine (progetto di Sara Lavagnoli)è un monodose che mira a rivoluzionare il modo di consumo del vino,rivolgendosi a un pubblico giovane e aperto alle innovazioni. È infattiun monodose usa e getta, di basso prezzo e contiene solo 5 cc diprodotto, permettendo così il consumo di più confezioni.


Continua a leggere su MyMarketing.net

Di Cesare Mercuri








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su