Anche secondo l'OCSE vi è un leggero rallentamento dell'economia mondiale

Nel terzo trimestre la crescita del Pil dei paesi Ocse si è attestata sullo 0,5% trimestre su trimestre

Rallentano le economie industrializzate. Nel terzo trimestre lacrescita del Pil dei paesi Ocse - secondo i dati dell'Organizzazioneper la cooperazione e sviluppo in Europa, che seguono di una settimana quelli di Eurostat- si è attestata sullo 0,5% trimestre su trimestre, in calo dallo 0,8%del periodo aprile-giugno di quest'anno. Su base annua la crescita siferma al 3% contro il 3,4% del periodo precedente. Tra i sette paesipiù industrializzati le variazioni sul reddito nazionale sono compresetra lo 0% della Francia e il +0,7% della Gran Bretagna.

In Italia il Pil sale su base trimestrale solo dello 0,3% edell'1,7% proiettato su 12 mesi. La Germania scende dall'1,1% deltrimestre passato all'attuale 0,6%. Gli Stati Uniti si fermano allo0,4% (2,9% su base annua), mentre il Giappone si attesta sulla mediacon un 0,5% (2,7% annuo).

Secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo in Europa ipaesi dell'euro sono cresciuti complessivamente dello 0,5% su basetrimestrale e del 2,6% su base annua (contro rispettivamente lo 0,9% eil 2,7%).

I banchieri centrali però non abbassano la guardia contro i rischid'inflazione: il governatore della Banca centrale europea Jean-ClaudeTrichet ha detto che sono ancora in vista "rischi di cui dobbiamo tenerconto". Trichet ha parlato di una economia che per il 2007 dovrebbeessere "molto, molto dinamica". La crescita ha spinto l'occupazione indiversi paesi e questo rende necessario, secondo il banchiere, teneresotto controllo i salari, che potrebbero cominciare a crescere.

Secondo le conclusioni del vertice del G20 di Melbourne conclusoieri occorre rimanere sulla strada di un rialzo progressivo dei tassi:"Viste le potenziali pressioni inflazionistiche la normalizzazionedella politica monetaria in corso in molti paesi del G20 dovràcontinuare".


Le prospettive di strette monetarie spingono ancora la monetaeuropea, che intorno alle quattro vale 1,2825 dollari e 151,42 yen (ein mattinata aveva raggiunto il massimo assoluto con 151,70).





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su