Con il telelavoro da casa si è più produttivi secondo una ricerca Lexmark

Una ricerca di Lexmark (condotta da Ipsos), legata alla promozione della sua multifunzione 4-in-1 X5470 dedicata agli ambienti home/office, rivela alcuni aspetti sul mondo del lavoro e del telelavoro

Una ricerca di Lexmark (condotta da Ipsos), legata alla promozione della sua multifunzione 4-in-1 X5470 dedicata agli ambienti home/office, rivela alcuni aspetti sul mondo del lavoro e del telelavoro.

Dopo aver intervistato circa 4600 professionisti europei, di cui 500 italiani, è emerso che le distrazioni sul lavoroammontano mediamente a ben il 13% della giornata lavorativa. Inparticolare, gli intervistati italiani hanno indicato le prime cinquefonti di distrazione:
  • Chiacchiere con i colleghi (53%)
  • Navigazione Internet (53%)
  • Pause caffè (29%)
  • Email ad amici (24%)
  • Pausa sigaretta (20%)
Di conseguenza, il 24% degli italiani che lavorano in ufficio ammette di essere più produttivo a casa propriapiuttosto che in azienda. I professionisti italiani infatti passano inmedia 62 minuti al giorno lavorando direttamente dalla propriaabitazione.

La produttività sarebbe poi più alta nella mattinarispetto alla sera, soprattutto tra gli italiani e gli spagnoli. Adinvertire il trend sono solo gli avvocati ed gli operatori dimarketing, che privileggiano il dopopranzo.

Per concludere, il 57% degli europei e quasi la metà degliitaliani (48%) ritengono che nell'arco dei prossimi dieci anni lamaggior parte dei lavoratori potrà decidere di lavorare direttamente dacasa.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su