Aumenta il numero dei "ricchi" in Italia

Se é vero che sempre più italiani faticano ad arrivare alla fine del mese, lo é anche che i ricchi nel nostro Paese stanno aumentando

Piccoli paperoni crescono...

Se é vero che sempre più italiani faticano ad arrivare alla fine del mese, lo é anche che i ricchi nel nostro Paese stanno aumentando.

A dirlo due recenti indagini realizzate dall'Università cattolica, l'Associazione Italiana Privater Banking, Asam e Pricewaterhouse. (leggi)

Numeri alla mano, i nuclei familiari con patrimonio superiore ai 500mila euro (immobili esclusi) sono passati dai 692mila del 2005 ai 712mila del 2006.

Tra questi esistono però delle belle differenze: infatti, il 98% possiede un patrimonio fra i 500mila e i 5milioni di euro, il 2% tra i 5 ed i 50 milioni mentre lo 0,01% supera la vetta dei 50.


E investono

Secondo gli studi i ricchi non cercano solo di conservare il loro patrimonio, ma puntano anche ad incrementarne il valore. Con prudenza, però, perché con dei portafogli così pieni non si può scherzare. Il 41% è infatti composto da titoli obbligazionari, il 19% da quote di fondi comuni, l'8% da azioni quotate, il 15% da gestioni patrimoniali, il 5% da prodotti assicurativi e il 12% da depositi.

A delineare, invece, il profilo dell'investitore privato italiano è una seconda indagine condotta sulla clientela privata italiana. Nella maggior parte dei casi si parla di un uomo, maturo, dotato di atteggiamento innovativo e di una cultura elevata (laureato), naturalmente con competenza in materia finanziaria.

Dove vivono i ricchi? I paperoni preferiscono la Lombardia, dove é concentrato il 26,1% della ricchezza del paese; seguono a distanza il Lazio (9,9%) Emilia Romagna (8,8%) e Veneto (8,6%) e Toscana (6,7%).





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su