Windows Vista migliora secondo gli ultimi test fatti sulla recente beta rilasciata

Sembrano essere stati risolti molti dei nodi che avevano fatto pensare ad un necessario slittamento della data di rilascio.

In questo momento centinaia di persone stanno scaricando, installando e provando la nuova Release Candidate 1, la versione di Windows Vista che dovrebbe offrire la base finale dello sviluppo, ormai orientato alla ottimizzazione del codice, alla ricerca di stabilità e performance superiori.

Paul Thurrott ha iniziato ad indagare quella che sembra essere un giro di boa rispetto alla versione beta2: con la build 5600 (qui una prima galleria di nuovi screenshot), sembrano essere stati risolti molti dei nodi che avevano fatto pensare ad un necessario slittamento della data di rilascio, tanti erano i necessari miglioramenti sia nella struttura di fondo che nelle funzionalità.

Pare invece che per le versioni a 64bit ci sia ancora molta strada da fare, in termini di ottimizzazione per queste macchine.

Di fronte a diverse installazioni la RC1 non ha mostrato problemi nel riconoscimento delle periferiche: quando qualcosa non è stato riconosciuto automaticamente, ci ha pensato al successivo riavvio la procedura di Windows Update.

Sul fronte hardware completo supporto per dispositivi cruciali come wireless, lettori Blu-Ray e HD-DVD, controller SATA, dispositivi media center, e componenti specifici dei computer portatili.


E' stata testata una lunga lista di software, con cui la beta2 aveva in alcuni casi mostrato problemi nell'esecuzione, come Photoshop Elements 2 ed alcuni videogiochi.
Tra i tanti un paio, Windows Live OneCare e Nero 7.2.7.0, non hanno funzionato: per l'applicazione per la sicurezza di Microsoft è già stato dichiarato che verrà rilasciata una versione ottimizzata per Vista.

E' stata anche notevolmente migliorato lo User Account Control (UAC), quel servizio che mette in ombra quello che gira attualmente sul pc per focalizzare l'attenzione dell'utente: ora non avviene più con la stessa frequenza ed invasività, come lamentato dai betatester. Molti avvertimenti sono stati automatizzati ed altri permettono di continuare a lavorare e rispondere con i propri tempi ai messaggi di avviso.
Tra le varie componenti ora è presente anche WinFX, rinominato .NET Framework 3.0; introdotto nelle funzionalità del media center anche il sistema che permette di usare le tag per effettuare ricerche su Windows Photo Gallery e Windows Media Player.

Lo sviluppo del codice di Vista dovrebbe concludersi entro ottobre in modo da rendere disponibile la versione RTM entro novembre 2006.
Intanto su Amazon sono comparse le prenotazioni del nuovo sistema operativo, previsto come Office 2007 per la fine di gennaio.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su