Prezzi televisori LCD in diminuzione fino al 30% del 2007

LG Electronics e Sharp hanno confermato che l'onda lunga dei ribassi nel settore Lcd Tv proseguirà anche nel 2007.

LG Electronics e Sharp hanno confermato durante l’IFA consumer electronics show di Berlino che l'onda lunga dei ribassi nel settore Lcd Tv proseguirà anche nel 2007. Sempre a causa della sovrapproduzione e della battaglia dei prezzi si assisterà, quindi, a un ulteriore taglio listini del 20/30%.

Secondo Young Chan Kim, dirigente del global marketing di LG, la riduzione del prezzi che quest'anno ha limato i listini dei Plasma per il 30%, e per qualcosa di più per gli Lcd, si ripeterà anche nel 2007. «In media gli LCD scenderanno del 20%. Alcuni segmenti del 30%, altri del 15%», ha dichiarato Katsuhiko Machida, presidente di Sharp. «Gli schermi a bassa risoluzione con dimensioni di 40 pollici e superiori subiranno un taglio del 30%. I modelli più avanzati ad alta risoluzione, invece, rimarranno praticamente con listini invariati; questo perché rispetto alla domanda l'offerta è molto più bassa».

LG ha nei piani la conquista della leadership mondiale del segmento schermi piatti entro il 2007.

Al momento, secondo la società di ricerca DisplaySearch, rappresenta la seconda forza produttiva nel comparto plasma e la quinta in quello LCD. Si tratta di due tecnologie completamente differenti che, come tutti gli operatori del settore affermano da tempo, coesisteranno a lungo dividendosi il mercato in base alle dimensioni. Secondo le previsioni, i Plasma domineranno dai 42 pollici in su.

«Le persone sono motivate a cambiare apparecchio quando le infrastrutture di broadcasting cambiano da analogico a digitale. Questo processo si completerà fra il 2007 e il 2010», ha concluso Machida.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su