Per il Codacons la multa a AirOne è troppo lieve

L'aveva annunciato e l’ENAC puntualmente, con riferimento ai gravi disservizi dei giorni scorsi, ha comminato ad AirOne 150.000 euro di multa

L'aveva annunciato (leggi) e l’ENAC puntualmente, con riferimento ai gravi disservizi dei giorni scorsi (domenica 30 e di lunedì 31 luglio), ha comminato ad AirOne 150.000 euro di multa.

Importo che potrebbe aumentare fino a 450.000 euro nel caso in cui la compagnia aerea non provvedesse entro 60 giorni alla conciliazione ridotta.

Si fanno sentire le prime reazioni di Codacons attraverso il suo Presidente Carlo Rienzi: "La multa comminata ad AirOne per i disagi subiti dai passeggeri nello scorso week end é insufficiente. A fronte di ben 22 violazioni del regolamento dell'Unione Europea - ha detto Rienzi - sanzionare un colosso come Air One con 150.000 euro é ridicolo oltre che oltraggioso per i tantissimi passeggeri rimasti coinvolti nell'episodio. La multa, semmai, aggiunge il Codacons, dovrebbe essere comminata per ognuno dei voli soppressi."

Per ciò che concerne i rimborsi ai passeggeri Paolo Costa, presidente della Commissione Trasporti e Turismo del Parlamento Europeo, ricorda

che "il regolamento europeo prevede un rimborso di 250 euro per tratte inferiori o uguali a 1500 chilometri, di 400 se il tragitto è compreso fra i 1500 e i 3500 chilometri, e 600 euro, nel caso in cui ci si appresti ad un volo superiore ai 3500 chilometri. L'unica alternativa – aggiunge Costa - prevede l'impegno della compagnia aerea ad assicurare all'utente la possibilità di raggiungere comunque la sua meta garantendo, quando sia necessario, una confortevole sistemazione in hotel. Nel caso in cui ad una legittima domanda di rimborso venga opposto un rifiuto, è sempre possibile – conclude - rivolgersi alla propria autorità nazionale".


Sul sito dell'ENAC nella sezione "Carta diritti del passeggero" (link diretto alla sezione) potete presentare i vostri reclami.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su