Meglio le news sul web che sui giornali tradizionali

Le ricerche, gli studi servono talvolta come in questo caso, solo per confermare quello che l'esperienza ci insegna

Le ricerche, gli studi servono talvolta come in questo caso, solo per confermare quello che l'esperienza ci insegna. Sapevamo che i giovani utilizzavano il computer per i loro studi e ricerche ma loro, svelti come sono e supportati dalle finanze familiari, non potevano certo negarsi la comodità di un personal computer.

Questo, più un piccolo modem usb che alcune aziende telefoniche hanno prontamente creato od usando lo stesso cellulare come modem, è per i giovani (e non solo per loro) la comoda, pronta ed efficace fonte per ogni tipo di informazione.

Uno studio di Jupiter Research (www.jupiterresearch. com) rivela infatti che i giovani preferiscono ricercare le news sui pc piuttosto che sui giornali. Nello specifico lo studio denominato "The New Demographics Of Online News Competing with Portals for Younger Audiences" ci informa che solo la televisione, per l'informazione giovanile, viene prima dei pc. La carta stampata aveva certamente già fiutato "il pericolo" di perdere parte di lettori che si rivolgono con costanza ad Internet. Alcuni giornali,infatti, hanno creato contestualmente alla loro informazione cartacea quella on line.

Ad esempio,in Italia, Repubblica.it è la pagina web di quella stampata. Ma questa ennesima ricerca conferma che il futuro sarà non solo ma soprattutto informazione in "rete". Se però la forza dei giornali sono le risorse finanziarie questo non è così per i siti web sull'infomazione. Ma se ci sarà qualcuno che avrà la capacità, la possibilità e la lungimiranza di investire esclusivamente sul mondo delle news on line e con la sicurezza che la pubblicità sia nel presente che nel prossimo futuro farà sempre più riferimento a questo nuovo mondo, il pc sarà il mezzo più comodo per una pronta informazione. Ed a Voi, care aziende produttrici, vi invitiamo ad abbassare i costi dei personal computer. Per far sì che insieme , un giorno, per l'interesse di tutti, si potrà usufruire di una informazione più comoda e capillare, alternativa a quella tradizionale ovvero quella on line.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su