I messenger di Microsoft e Yahoo si parleranno tra loro: iniziato il test pubblico

Microsoft e Yahoo! hanno lanciato il primo passo della collaborazione annunciata alcuni mesi fa e che alla fine dovrebbe portare i loro due rispettivi messenger a comunicare tra loro, mettendo insieme una comunità di 350 milioni di utenti e oltre il

Microsoft e Yahoo! hanno lanciato il primo passo della collaborazione annunciata alcuni mesi fa e che alla fine dovrebbe portare i loro due rispettivi messenger a comunicare tra loro, mettendo insieme una comunità di 350 milioni di utenti e oltre il 50 per cento degli utenti che utilizzano un client IM.

Attualmente l'interoperabilità è limitata al solo scambio di messaggi di testo, comprese le emoticon, e ai contatti, quindi sarà anche possibile vederne lo stato online: successivamente sarà possibile anche chiamare via voce utenti dell'altra piattaforma, mentre per ora i comunicati non trattano la questione della video conferenza.

Come scritto sul comunicato stampa di Microsoft questa prima fase di interoperabilità comprende tra altri 15 paesi anche l'Italia.

La separazione delle reti IM è sempre stato un piccolo problema che si trascina ormai da anni e costringe molti utenti a dover tenere i piedi in tante scarpe, installando e tenendo attivi più client messenger per poter essere disponibili verso gli altri: l'avvento di Skype ha certamente rivoluzionato tutto il settore, introducendo la variabile VoIP, e ultimi arrivati a rompere le uove nel paniere di AIM, Microsoft e Yahoo! sono il Google Talk, anche integrato nella pagina di Gmail e il nuovo MySpaceIM.

Proprio per questo fenomeno di registrazione multipla penso si possa sostenere che il numero di utenti finale della comunità che somma quella di Microsoft e di Yahoo! sia inferiore a quello dichiarato.


Intanto AOL che, ricordiamo essere il messenger più diffuso al mondo, secondo alcune indiscrezioni potrebbe accordarsi con Google per una operazione simile: sinceramente mi sembra più probabile che Google offra ai propri utenti un messenger multipiattaforma (GTalk è basato su XMPP, il prococollo aperto usato dal messenger multipiattaforma Jabber), mentre AOL sta puntando ancora molto sul proprio messenger, offrendo un numero telefonico fisso gratuito e una versione per i professionisti.

Proprio per questo fenomeno di registrazione multipla penso si possa sostenere che il numero di utenti finale della comunità che somma quella di Microsoft e di Yahoo! sia inferiore a quello dichiarato.

Intanto AOL che, ricordiamo essere il messenger più diffuso al mondo, secondo alcune indiscrezioni potrebbe accordarsi con Google per una operazione simile: sinceramente mi sembra più probabile che Google offra ai propri utenti un messenger multipiattaforma (GTalk è basato su XMPP, il prococollo aperto usato dal messenger multipiattaforma Jabber), mentre AOL sta puntando ancora molto sul proprio messenger, offrendo un numero telefonico fisso gratuito e una versione per i professionisti.

Per utilizzare e provare l'interoperabilità tra yahoo Messenge e Microsoft Messenger:
http://ideas.live.com/








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su