Car sharing: andamento del settore e tendenze per il futuro

Ma a cosa serve, specie se si vive in città, essere proprietari di una automobile ?

Ma a cosa serve, specie se si vive in città, essere proprietari di una automobile ?

La domanda sembra retorica ma non lo è se si pensa come cresce sempre più la concentrazione della popolazione nelle grandi città, quasi il 75% del totale per gli USA.

Piuttosto di acquistare l'autovettura, tanto meglio acquisirne solamente l'utilizzo, abbandonando costi e mal di testa relativi a spese fisse, manutenzione, parcheggi, garage, etc. Si stima che chi copre fino a 8.000 km l'anno in città possa risparmiare fino al 30% grazie al car sharing.

Ma cos'è questo car sharing ? Si tratta, di fatto, di un noleggio self service di auto distribuite in punti di raccolta dislocati in varie aree della città; la prenoti, la utilizzi e la depositi nuovamente in uno di questi punti; l'addebito è poi automatico sul conto corrente piuttosto che tramite carta di credito.

Il fenomento non è ovviamente italiano, ma è nato in Svizzera circa 20 anni fa e si è poi diffuso progressivamente in tutta europa (Germania in primis) e dal 1993 anche negli Stati Uniti, con l'obiettivo di combattere sempre più traffico, inquinamento e problema-parcheggi. In Svizzera ci sono oggi 44.000 aderenti.


In Italia l'iniziativa è partita sotto la spinta del Ministero dell'Ambiente, con INIZIATIVA CAR SHARING che associa vari enti locali che perseguono l'obiettivo dello sviluppo del car sharing presso i propri cittadini. Tra questi anche il Comune di Milano che, unendo Automobile Club Milano, ATM, Unione Camere di Commercio e Zincar ha lanciato l'iniziativa Guidami. Per iscriversi a Guidami bisogna spendere 120 euro di associazione annua e poi le tariffe sono a consumo e partono da 2,2 euro all'ora e 0,40 euro al Km. Gli associati possono utilizzare le autovetture in tutti i comuni aderenti all'Iniziativa.

Più convenienti le tariffe di Milano Car Sharing che partono invece da 1,8 euro all'ora e 0,32 al Km. Per una corretta valutazione economica del possibile risparmio bisogna però stimare con esattezza i km che si percorrono mediamente e tenendo i debita considerazione che l'affitto da Hertz di una Lancia Y 1.3 costa oggi 70.58 euro per un giorno








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su