Walt Disney si lancia nella telefonia mobile

La famosa casa di produzione cinematografica, che ci ha accompagnato con le sue pellicole di film e cartoon, vuole espandersi anche sul mercato della telefonia cellulare

Le famiglie americane non dovranno più preoccuparsi dell’uso corretto che i propri figli, di età compresa tra i 10 e i 15 anni, faranno del telefono cellulare.

In che modo? Grazie alla Disney che, decisa a entrare anche nel commercio della telefonia mobile, è prossima a mettere in vendita un nuovo servizio studiato appositamente per controllare i teenager via rete mobile.

A partire dal prossimo mese di giugno, i genitori potranno fissare un budget di spesa e decidere i giorni e le fasce orarie durante le quali i ragazzi potranno telefonare; mentre un sistema GPS integrato all’interno del telefono cellulare consentirà di controllare gli spostamenti dei propri figli, in ogni momento e ovunque essi si trovino.

In questo modo, forse, le tante famiglie alle prese con i difficili momenti che accompagnano il periodo dell’adolescenza, potranno essere più serene.

L’ampliamento della casa di produzione cinematografica verso il business della telefonia cellulare non è certo una notizia da poco conto e, benché il numero degli utenti che decidono di adottare servizi a pagamento non siano molti, la Walt Disney ha deciso di concentrarsi proprio su questo settore, per alcuni considerato in crisi, inglobando sempre più clienti ed espandendo il proprio business.

Forse si tratta semplicemente di un campo ancora in fase di sviluppo, come afferma George Grobar, general manager di Disney Mobile: “Questo è ancora un mercato ad uno stadio di crescita”, se si considera che il numero dei giovani americani, secondo Jupiter Research, in possesso di un telefono mobile, è nettamente inferiore a quello degli adulti: 40-50% contro il 70%.

Infine, ricordiamo che questo tipo di business non è stato adottato soltanto dalla Disney Mobile, ma anche da altri operatori mondiali come il giapponese KDDI e l'olandese KPN.








Fonte: pubblicato il


Torna su