Milleproroghe 2011: pensioni. Cosa cambia della Manovra finanziaria Monti

Le novità pensioni precoci nel Milleproroghe

Dopo il voto di fiducia alla Manovra Monti previsto per oggi in Senato, il decreto milleproroghe approderà in consiglio dei Ministri domani, venerdì 23 dicembre. Il provvedimento conterrà solo le tradizionali proroghe dei termini di fine anno ma non dovrebbero avere correzioni alla manovra, salvo una modifica sulle pensioni dei cosiddetti lavoratori precoci, cioè coloro che hanno iniziato a lavorare a 15-16 anni.

Per loro sarà previsto probabilmente un ulteriore alleggerimento (o un azzeramento) delle penalizzazioni per tutti gli under 62 che optano per l'uscita anticipata con il solo canale contributivo (42 anni e 1 mese per gli uomini e 41 anni e 1 mese per le donne).

Altra novità, sempre in materia previdenziale, è quella annunciata dal ministro Elsa Fornero che, in occasione del convegno indetto dai giornalisti che celebrano 100 anni di contratto,  ha detto che nessun ordine o ente previdenziale può chiamarsi fuori dalla riforma, in virtù del fatto che gli enti previdenziali degli ordini, e quello dei giornalisti in primis, non hanno lo sostenibilità per poter adempiere ai propri fini istituzionali.

Secondo il ministro, l’ordine dei giornalisti, grazie alla vicinanza politica ha goduto di numerosi privilegi. Dal canto loro, i vertici delle associazioni giornalistiche vogliono in tutti i modi scongiurare ogni vento di riforma, anche perché i conti degli ordini sono a posto, l’ente è in attivo, per cui non c’è alcuna necessità di attuare riforme.





di Marcello Tansini pubblicato il


Torna su