Monti: limite uso contante a 300 euro. Ma costi più bassi carte di credito

Un tetto di 300 euro per i pagamenti cash: la novità del piano Monti

Nonostante la rapida diffusione di carte bancomat e carte di credito, gli italiani preferiscono ancora affidarsi al caro vecchio contante per le proprie spese. Una delle novità del piano Monti va a toccare proprio questa voce, limitando l’uso del contante fino a 300 euro per i pagamenti cash contro l’evasione fiscale.

Per gli acquisti tra 200 e 1.000 euro gli italiani usano il contante nel 31% dei casi contro il 20% della media europea, circa il 50% di più, secondo i dati della Bce. L’idea del tetto non è nuova e l' asticella è stata già abbassata e rialzata più volte e anche nel resto del mondo ci sono limiti: negli Usa, può anche scattare l' allarme e i controlli antiterrorismo per cifre inferiori già da 1.000 dollari.

Tetti anche in Canada e in Inghilterra mentre in Spagna il tetto è fissato a 3mila euro, come in Francia, e in Grecia 1.500. Secondo il presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli “si possono ridurre gli scambi in contanti purché si vada contestualmente all’abbattimento dei costi della moneta elettronica”.





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su