Partono le scommesse sul digitale terrestre italiano

Gennaio 2006, nascono le scommesse sulla televisione digitale terrestre

Un’intera pagina pubblicitaria sul Corriere della sera ci avverte: da gennaio 2006, tutti noi possiamo scommettere in tv con il digitale terrestre.

La SNAI (società concessionaria pubblica), si è accordata con il network LA7 per aiutare gli italiani a scommettere, non solo su gare sportive, calcio o  ippica, ma su ogni cosa che possa interessare lo scommettitore più accanito.

Gli italiani sentivano la mancanza di un tale servizio?

Non so, ma il popolo degli scommettitori può ritenersi soddisfatto, infatti, il giocatore sarà sollevato dalla scomodità di andare fisicamente a giocare nelle agenzie ippiche o a ricercare nel quartiere il proprio allibratore di fiducia.

Scommettere sulle partite di calcio ed eventualmente, rovinarsi legalmente, oggi è possibile e lo si può fare a tutte le ore della giornata, comodamente nella propria casa, dalla propria poltrona, semplicemente utilizzando lo speciale  telecomando in dotazione alla tv digitale terrestre l’EPG navigator.


Per intenderci, il vecchio “ picchetto”, l’illegale gioco di moda negli anni 80 giocato nelle periferie romane, può andare in pensione, sostituito dalla televisiva modernità  “dell’1x2” proposto dall’accoppiata LA7 e SNAI.

Impossibile reggere alla tecnologia digitale, alla magia dell’interattività e al marketing, specialmente in questa fase in cui la nuova televisione interattiva è a caccia di nuovi target, e avanza senza guardare troppo per il sottile.

Per la cronaca dobbiamo spiegare come funziona il servizio: acquistando anche on-line, una semplice smart card,  la “SNAI Card”, collegando il decoder alla linea telefonica e sintonizzandoci sul canale LA 7 SPORT o LA 7 CARTA PIU’ si potra’ effettuare una scommessa  a quota fissa.





Fonte: pubblicato il


Torna su