Test Università 2011 al via. Esercitazioni online

Tempi, punteggi e nuovo regolamento dei test d'accesso all'Università. Come funzionano

Studenti in preparazione ai test di ingresso per le Facoltà universitarie a numero chiuso. I primi alle prese con i test saranno gli studenti che vorranno iscriversi alle facoltà di Medicina e Odontoiatria, per cui le prove si terranno in data unica in tutta Italia, il 5 settembre.

Il giorno successivo, 6 settembre, sarà la volta di coloro che si iscriveranno a Veterinaria; il 7 per gli aspiranti studenti di Architettura, e l’8 per chi dovrà affrontare la prova di accesso alle professioni sanitari. Diverse le novità in vigore da quest’anno per chi affronterà i test, innanzitutto è stato inserito un punteggio minimo per accedere ai corsi: chi non raggiungerà i 20 punti non sarà ammesso anche se rientra, in graduatoria; c’è poi l’aggregazione delle sedi universitarie, il che significa per esempio che le prove di Medicina veterinaria potranno valere contemporaneamente per Parma, Padova, Bologna e Milano, stesso discorso per l’accesso a Medicina veterinaria nelle università di Teramo e Camerino, per i corsi di laurea in Ingegneria e Archiettetura, la cui validità varrà per la Federico II di Napoli come anche per l’università di Salerno. Infine, per quanto riguarda Medicina, sono stati aggregati gli atenei di Udine e Trieste.

Per chi si prepara ad affrontare il test d’accesso ad Architettura, la novità di quest’anno è che al posto delle domande di chimica e biologia, saranno presenti quesiti di storia e disegno. Il test delle prove nazionali è composto da 80 domande a risposta multipla e il tempo è di circa due ore, ma varia da facoltà a facoltà.

Chi durante l’estate si è cimentato in prove e preparazioni è ormai ben consapevole che le domande a risposta multipla sono quelle che presentano maggiori difficoltà. E’ bene, dunque, in sede d’esame concentrasi sul testo della domanda, leggerlo e capirlo attentamente, e scegliere la risposta specifica che essa chiede.

Nel quiz nazionale, a ogni risposta giusta viene assegnato un punto, una risposta non data vale zero punti e un errore fa perdere un quarto di punto. Il punteggio minimo per passare è di 20 punti, se siete primi in graduatoria con 19 punti non potete iscrivervi, e non esiste un punteggio massimo a cui aspirare.


Per sfruttare gli ultimi giorni di preparazione, si potranno svolgere test con prove simulate, che si trovano su siti internet dedicati come Studenti.it, Testmedicina.it, ilTestardo.it, www.universinet.it.





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su