Un miliardo di utenti Internet navigano nel mondo: solo ottava l'Italia

Nel 2005 i cybernauti in tutto il mondo hanno superato il miliardo. E' questa la stima del 'Computer Industry Almanach' (Cia), società di ricerca americana che opera nel settore informatico

Nel 2005 i cybernauti in tutto il mondo hanno superato il miliardo. E' questa la stima del "Computer Industry Almanach" (Cia), società di ricerca americana che opera nel settore informatico. A guidare la speciale classifica del Paese con più utenti online è l'America, con circa 200mila intarnauti (20% del totale), seguono poi la Cina (quasi 11%) e il Giappone (8,5%).

Ottava posizione invece per l'Italia (quasi il 3% del totale) che, superando di poco la Francia, è terza nella graduatoria dei Paesi europei. Al primo posto del vecchio continente c'è la Germania (con quasi 5 per cento), davanti alla Gran Bretagna (quasi 4 per cento). A trascinare la crescita del Web, stando sempre al rapporto del Cia, sarebbero soprattutto i Paesi emergenti: Cina, India, Brasile, Russia e Indonesia. Un rallentamento dei numeri si registra invece nelle nazioni sviluppate.

Ma non è tutto qui. Dati importanti sono emersi inoltre sulla diffusione delle connessioni. Gli Stati Uniti guidano anche la classifica dei collegamenti a banda larga, che ormai costano meno di quelli tradizionali "dial up". Un esempio tra tutti: il colosso telefonico Verizon offre l'adsl a 768K per meno di 15 dollari, mentre abbonarsi alle più famose società di messaggeria costa mediamente una ventina di dollari.

Alla fine dell'anno le connessioni a banda larga saranno oltre 217 milioni in tutto il mondo, e dovrebbero raggiungere il mezzo miliardo entro i 2010. Gli Stati Uniti ne hanno quasi 47 milioni, pari al 21,6 per cento, davanti Cina e Giappone, rispettivamente con 35,9 milioni (16,5 per cento) e 26,4 milioni (12,2 per cento). L'Italia, quarta tra gli europei, è al nono posto, con 6,6 milioni di utenti, pari al 3% circa del totale.








Fonte: pubblicato il


Torna su