Sirmi illustra la crescita dell'Ict in Italia

Come ogni trimestre, Sirmi rilascia gli Studi periodici sull'andamento del mercato ICT nel complesso e gli approfondimenti sulle consegne di PC, sul mercato Midrange e sullo Storage.

Come ogni trimestre, Sirmi rilascia gli Studi periodici sull'andamento del mercato ICT nel complesso e gli approfondimenti sulle consegne di PC, sul mercato Midrange e sullo Storage.

Nel terzo trimestre il mercato comincia a muoversi e non è più fermo al palo. Soprattutto l'andamento Ict italiano è positivo per quanto attiene alla componente hardware, sia Business che Consumer: con un giro d'affari complessivo di 14.872,9 miliardi di euro.

Il mercato IT ha archiviato il terzo trimestre mettendo a segno un risultato leggermente positivo (1,3%), con una previsione di incremento anche nell’ultimo trimestre dell’anno che porterà ad una chiusura prevista attorno all’1%.

Il mercato delle TLC Fisse cresce nel terzo trimestre dell’1,5% e si stima un incremento del 2,1% a fine anno. Si segnala inoltre il progressivo sviluppo del mercato VoIP, in particolare sul segmento Business, con impatto diretto sulla crescita del Broadband Business. Il mercato della Telefonia Mobile continua a crescere sia nel trimestre (+5,8%) sia su base annua (+6,7%). Nonostante la saturazione, la sperimentazione da parte dei Carrier della tecnologia Hsdpa (3.5G) punta alla commercializzazione del servizio è prevista a partire dalla seconda metà del 2006. Il mercato Mobile è sostenuto ancora dal downpricing su UMTS, e l’elevato volume di SMS scambiati (24.5 miliardi nel 2004; circa 30 miliardi attesi nel 2005). Proprio i Contenuti Mobili ed i servizi di intrattenimento via cellulare costituiscono il futuro dell’industria della Telefonia Mobile.

Nell'abito It, i prodotti hardware nel terzo trimestre registrano una crescita di circa 8 punti percentuali, trainata dalle buone performance fatte registrare da Sistemi Midrange e PC; negativo invece l’andamento delle Workstation Risc su Unix, dello storage ed in minor misura anche dei Mainframe.
I prodotti Software incassano ancora una volta una leggera crescita, con una previsione di chiusura dell’anno intorno al 2%. In particolare crescono i comparti Middleware e tool (+4,6%) e Software Applicativo (1,1%) mentre flette il segmento System Software (-2,6%).


La spesa per Servizi ha fatto registrare ancora un andamento negativo, dovuto principalmente alla mancata ripresa delle quotazioni delle tariffe professionali ed alla modesta richiesta da parte del Mercato Large e Medium Business; e si prevede che i Servizi faranno registrare, anno su anno, una flessione del 2% circa. Il mercato Entertainment continua a far registrare una crescita a due cifre (+17,2% nel terzo trimestre 2005; +13,6% la stima per l’intero anno) ed ha trainato di fatto l’interno mercato ICT.

Il Mercato dei PC in Italia continua a far registrare tassi di crescita a due cifre, con una chiusura stimata in +13,5% anno su anno in termini di volumi. Significativi i tassi di crescita dei Notebook in configurazione sia professionale (+36,3%) sia consumer (+18,1%); in ripresa i PC Server che nel secondo trimestre avevano fatto registrare un decremento delle consegne (-0,6%) mentre nel terzo trimestre crescono del 14,2%.

Per quanto riguarda i Vendor, HP si conferma leader di mercato con una quota stimata a fine 2005 del 26% (991.400 unità previste nell’intero 2005), segue ACER con una quota del 21% (875.200 unità) e FUJITSU SIEMENS con una quota del 7% (309.750 unità).
Per quanto riguarda i terzo trimestre del 2005, l’unico segmento del mercato Storage che fa registrare tassi di crescita è lo Storage di fascia bassa online (3,4%), le restanti componenti decrementano con tassi a due cifre (tranne per la componente Juke Box/Warm che perde “solo” il 4,9%). Tra i Vendor attivi nel comparto, EMC detiene la leadership con una quota di mercato stimata a fine 2005 in 23,8%, in crescita rispetto al 20% del 2004; seguono IBM con il 18,9% e HP con il 15,8%.








Fonte: pubblicato il


Torna su