Conto Arancio gioca la carta del marketing virale online

ING Direct gioca una carta in più nell'ambito della propria comunicazione online e si butta sul marketing virale.

ING Direct gioca una carta in più nell'ambito della propria comunicazione online e si butta sul marketing virale.

Secondo quanto riportato sul sito www.mettetevelonellazucca.it, che prende il nome ovviamente dal claim delle campagne pubblicitarie dell'azienda, è di "portare un'ulteriore ventata di freschezza nel mondo della comunicazione finanziaria".

Devo dire che ci riesce: i 5 video sono molto divertenti (il mio preferito è quello del maiale) e non sono affatto "pubblicitari", anzi, sono del tutto slegati dal business di ING.

A volte il viral marketing è visto con scetticismo o addirittura criticato, adducendo motivazioni che vanno dall'inutilità, alla perdita di tempo, alla negatività per il brand.
Io non sono d'accordo. Già in altri post avevo sottolineato come l'ironia, o comunque l'approccio disteso (soprattutto nel crisis management) e l'informalità, siano elementi molto utili e costruttivi nel rapporto azienda-cliente.

Nel caso specifico ING non ha certo bisogno di fare ulteriore branding o di utilizzare questo sito per ottenere nuovi clienti. Semplicemente l'obiettivo, se lo interpreto correttamente, è quello di costruire una corporate image più friendly, cosa non facile per un istituto di credito, ed utilizzare la brand awareness acquisita con una coomunicazione serrata per creare nuove relazioni col pubblico.
Una volta una cosa come questa di sarebbe chiamata "operazione simpatia", adesso si chiama comunicazione virale, ma il succo è il medesimo.


In ogni caso ING Direct si conferma un'azienda capace di comunicare online e in grado di sfruttare meglio della maggior parte dei competitor (se vogliamo considerare competitor le altre banche).
Competitor: mettetevelo nella zucca! :)





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su