Tassi di interesse mutui attuali aggiornati ogni giorno: come calcolare e trovare

Come calcolare e scegliere il tasso del mutuo che si preferisce. Consigli

La scelta di un mutuo da stipulare dipende decisamente dall’andamento dei tassi che, più o meno convenienti, portano i mutuatari a preferire il mutuo a tasso fisso o variabile. Se fino a qualche mese fa il variabile era la tipologia di mutuo più consigliata perché i suoi tassi avevano raggiunto minimi storici, la situazione di oggi sembra cambiare, per cui è bene valutare attentamente le possibili variazioni che i tassi possono subire prima di decidere il mutuo da accendere.

Ma come fare a calcolare i tassi di interesse dei mutui attuali? Accendere un mutuo a tasso variabile o un mutuo a tasso fisso comporta sempre rischi differenti. Se è vero che il mutuo a tasso variabile permette di beneficiare delle oscillazioni dei mercati e quindi di avere oggi un tasso molto basso, è bene sapere che nel caso di rialzi la rata potrebbe anche triplicarsi.

Per il tasso fisso, invece, la situazione è decisamente diversa: se prima, infatti, questa tipologia garantiva la certezza di una rata sempre uguale per tutta la durata del finanziamento ma con un tasso vertiginoso, oggi anche i tassi di interesse sui mutui fissi scendono e diventano più convenienti.

Scegliere oggi di accendere un mutuo è appetibile come scelta per questo momento, unica accortezza è quella di capire innanzitutto a quale banca affidarsi e quindi scegliere, tra le varie opzioni presentate, la tipologia di mutuo che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Autore:

Marianna Quatraro





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su