Milano-Roma: il treno batte l'aereo nei viaggi aziendali

Meglio il treno dell'aereo per il 55% dei passeggeri in viaggio tra la capitale e Milano

Chi pensava che il mezzo di spostamento preferito dalla capitale a Milano e viceversa fosse l’aereo dovrà ricredersi. Meglio il treno. Ad annunciare il dato è stato l'amministratore delegato delle Fs, Mauro Moretti, che ha detto che ben il 55% per passeggeri preferisce il treno, percentuale decisamente cresciuta rispetto al 35% che si segnava inizialmente.

Il tutto grazie all’Alta Velocità, che sembra riservare ulteriore sorprese, giacchè da settembre è previsto l'arrivo del Frecciarossa direttamente all'aeroporto di Malpensa, con collegamenti da Milano Centrale. Moretti intervenuto al convegno sulla mobilità insieme al ministro Matteoli, ha ricordato che a parità di tempo impiegato per il viaggio e con una qualità equivalente, il treno costa un quarto e consuma un quarto di energia.

Con l'apertura del mercato alla concorrenza, l'ad invoca una competizione ‘alla pari e non, all'opposto, a svantaggio di Fs’. E attacca: “I nostri concorrenti sono stati avvantaggiati” riferendosi alla sfida con la Ntv di Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle e Gianni Punzo, che lancerà i suoi treni ‘italo’ a settembre 2011.

Secondo Matteoli, invece, “Serve lavorare sull'integrazione delle reti per sviluppare al meglio le potenzialità dei due mezzi con una offerta integrata per rispondere alle reali esigenze degli utenti” e su un punto il ministro e l’ad concordano: l'esistenza in Italia di troppe infrastrutture inutili nel sistema della mobilità.

Moretti ha, infatti, spiegato che “In Italia ci sono troppi porti, troppi aeroporti e troppi centri merci e un 15% di infrastrutture è inutile,”, tesi sostenuta dal ministro dei Trasporti che riconosce che sulla penisola 106 aeroporti sono una cifra decisamente spropositata.





di Marcello Tansini pubblicato il


Torna su