Farmacie online: comprare medicine su Internet a prezzi più bassi. Rischi?

dibattito aperto sulle farmacie online. Le posizioni

Farmacie online? C’è chi ritiene che sia rischioso, ma il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha detto che la vendita online dei medicinali potrebbe avere come conseguenza positiva per i consumatori una riduzione dei prezzi determinata da una maggiore concorrenza sul mercato.

La vendita, però, perché sia sicura e garantita dovrebbe avvenire secondo una procedura e seguendo un sistema di controllo sulla merce in vendita. A sostenere la posizione del ministro Fazio, anche l’Aduc, Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori, secondo cui il commercio online “aumenterebbe innanzitutto la concorrenza e diminuirebbero i costi dei farmaci”.

Il presidente di Federfarma, Annarosa Racca, ha, invece, espresso non poche perplessità in merito al commercio online dei farmaci in un paese come l’Italia in cui, a differenza di altre realtà europee, la distribuzione delle farmacie è capillare sul territorio e la vendita al banco ha sempre costituito una garanzia per arginare il fenomeno della contraffazione.

I rischi collegati alla vendita online dei farmaci risiedono soprattutto nell’illegalità di alcune farmacie online, come ha specificato Domenico Di Giorgio, presidente dell'Agenzia italiana del Farmaco, che ha evidenzia come attualmente appena l’1% delle farmacie online risulta legale. Questo meccanismo è rischioso perché potrebbe portare alla vendita di farmaci non legali e la cui efficacia e garanzia non è effettivamente testata.





di Marcello Tansini pubblicato il


Torna su