Nokia crolla in Borsa: cellulari a prezzi bassi e la concorrenza di iPhone,Android,Rim,Lg e Samsung

Nokia crolla di fronte ad altri big della telefonia.

LG, Samsung, Rim, ma soprattutto Android e iPhone: sono queste le cause del ‘disastro’ Nokia. Il colosso finlandese, leader nel settore della telefonia mobile, sembra stia vivendo un momento di grave crisi.

Nokia controlla la quota più ampia del mercato degli smartphone, il suo ruolo da regina nel mondo dei cellulari non traballa, almeno per quanto riguarda i volumi di vendita, ma negli ultimi due trimestri gli iPhone, i BlackBerry e i nuovi terminali basati su Google Android hanno strappato spazi importanti a Symbian, il sistema operativo montato sulla quasi totalità dei prodotti Nokia) in quei segmenti di mercato che garantiscono maggiori profitti.

Ciò che più di ogni altra mostra la debolezza attuale di questo colosso della telefonia mobile sono i prezzi medi di vendita: uno smartphone Nokia è sceso dai 190 euro di marzo 2009 a 155 di marzo 2010 e, considerando il prezzo attuale di un iPhone, la differenza risulta piuttosto evidente.

A confermare la situazione di stallo, e un po’ di crisi, è stato lo stesso Nick Jones, Vice president and distinguished analyst di Gartner, che nel commentare il taglio ha detto che i “prezzi medi di vendita e i volumi sono stati decisamente inferiori alle aspettative”.

Per il momento, il gruppo prevede, per il secondo triemstre dell'anno in corso, che le vendite nette della divisione devices & services risultino nella parte bassa o appena al di sotto della forchetta di stime formulata.





di Marcello Tansini pubblicato il


Torna su