Dieta: sistemi per ottenere pancia piatta e benefici ulteriori

Dieta Fodmap per avere la pancia piatta in pochi giorni: cosa prevede, come funziona e cibi consigliati da consumare ed evitare

Vi sono diversi metodi e sistemi per cercare di ottenere una pancia piatta e un ventre tonico, uno degli obiettivi da sempre più difficili da raggiungere.

Avere una pancia piatta e riuscire a perdere due chili in 10 giorni: queste le promesse della cosiddetta dieta Fodmap, acronimo di Fermentable Oligo-saccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols, che promette benessere e salute assicurando una perdita di peso che non si riacquisirà più. Ma cosa prevede questa dieta Fodmap?

Dieta Fodmap: cosa prevede

Questa nuova dieta, battezzata Fodmap, stando a quanto riportano gli esperti, deve essere seguita per otto settimane per riuscire a garantire i risultati sperati, è una dieta che si basa su un regime alimentare ipocalorico e ipoglicemico, e si svolge in due fasi. La prima fase prevede l'eliminazione degli alimenti cosiddetti dall'alto contenuto di fodmap che poi si reintrodurranno nella seconda fase. Sono previste anche sostituzioni di una serie di alimenti, per esempio, la dieta della Fodmap prevede il consumo di quinoa, riso e mais al posto della pasta di grano; banane, arance e melone da preferire a frutta come anguria, mele, pere, pesche che tendono a fermentare; e meglio evitare legumi e verdure che contengono molto fruttosio, come cipolla, carciofi o asparagi, e preferire zucchine, pomodori e carote.

Dieta Fodmap: i cibi da privilegiare e cibi da evitare

Se si decide di seguire la dieta Fodmap della pancia piatta si dovrebbe privilegiare il consumo di alcuni cibi capaci di dare al nostro organismo tutto l’apporto di cui ha bisogno, sempre per riuscire a sgonfiarsi. E tra questi cibi rientrano:

  1. gli alimenti senza lattosio;
  2. carne e pesce, da consumare in maniera bilanciata;
  3. bevande vegetali, come quelle a base di riso e avena;
  4. frutta e verdura;
  5. patate, mais, avena, tapioca, quinoa e riso.

La stessa dieta Fodmap prevede anche la totale eliminazione di alcuni alimenti come:

  1. i latticini, quindi latte e derivati e prodotti confezionati che lo contengono;
  2. i cereali in particolar modo il grano, il farro, la segale, l’orzo, il cous cous, il kamut e il bulgur;
  3. i legumi;
  4. verdure come carciofi, cipolla, aglio, asparagi, cavoli, crauti, verza, cicoria, porri e radicchio;
  5. frutta come anguria, mango, albicocche, cachi, ciliegie, fichi, litchi, avocado, mele, pere, more, nespole, pesche, susine.


Se seguita nel modo corretto questa dieta permette di ottenere diversi vantaggi e un effetto positivo sulla riduzione del gonfiore addominale e la possibilità di mantenere nel tempo il dimagrimento raggiunto e il nuovo peso ottenuto. Il tutto, come sempre si dice, sarebbe ancor più buono se accompagnato dalla pratica regolare di una costante attività fisica.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su