Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Guerra, Saccconi, Zanda

Le ultime posizioni di Zanda, Guerra, Sacconi su recenti vicende politici e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:48): Sembra che l'ultima invenzione tirata fuori dal cilindro e comunicata dalla maggioranza all'esecutivo,e forse pure accettata, nelle ultime notizie e ultimissime, sia un primo passo sin da subito per l'assegno universale, o meglio una sorta, per chi senza pensione e occupazione. E sarebbe una novità per le pensioni, ma che sarebbe ampliata anche ai giovani o, chiunque, viva questa condizione. Il problema come al solito è il budget che potrebbe limitare e di molto questa iniziativanon priva di punti interrogativi e davvero uscita solo questo week-end per essere attuata da subito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): E' come una sfida a scacchi la prossima bozza finanziaria e strategico dove ognuno dei giocatori vuole nelle ultime notizie e ultimissime avere la meglio, se non totale, almeno parziale ponendo in risalto le proprie iniziative e convizioni tra cui le novità per le pensioni che, però, pur essendo tra le più sentite, sono tra le tante scelte disponibili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:15):Questi tre esponenti sono quelli che tengono i rapporti dei vari schiaramenti a cui appartengono con l'esecutivo e i dicasteri soprattutto per quanto riguardo le scelte che si stanno facendo e le decisioni allo studio. E non sono mancate nelle loro affermazioni novità per le pensioni, così come nelle ultime notizie e ultimissime richieste su cosa effettivamente portare avanti.

Tra i neo nati gruppi scissionisti di Movimento democratico e progressista e Alternativa Popolare e la maggioranza vi sono diverse divergenze sui provvedimenti da portare avanti nel nuovo iter economico, in presentazione a breve e diverse richieste sono state ribadite da esponenti delle rispettive forze.

Le ultime posizioni di Sacconi e impatto su novità per le pensioni

Nel tripolarismo di centrosinistra, pentastellati e centrodestra, si inserisce il nuovo schieramento di Alternativa Popolare, ex Ncd di Maurizio Sacconi. Si tratta di una nuova forza politica nata per andare avanti, cercando di sostenere l’attuale esecutivo proprio per continuare sulla strada di importanti provvedimenti, evitando di far precipitare le cose, considerando che, stando alle ultime notizie riportate, l’attuale esecutivo è stato costituito proprio per migliore la situazione. Rispetto alle intenzioni dell’esecutivo di novità per il catasto, piano privatizzazioni e strette sui pignoramenti, per Ap sostiene il piano di privatizzazioni, contrariamente all’attuale maggioranza, ma invita l’esecutivo ad andare avanti anche con misure e aiuti per le famiglie e la revisione dell'Isee, cercando anche dei definire in tempi stretti una soluzione al problema normativo lasciato aperto dall’abolizione dei voucher, e con la definitiva di un nuovo sistema di voto.

Le ultime affermazioni di Guerra e conseguenze per novità per le pensioni


No alle privatizzazioni ma via libera alle novità per il catasto da parte di Maria Cecilia Guerra, del nuovo Movimento Democratico e Progressista, che ha, allo stesso tempo, affermato la necessità di rispondere alle richieste e ai bisogni dei cittadini. E’ necessario, secondo la Guerra, definire provvedimenti di assistenza e aiuto ai più indigenti, contestualmente a novità per le pensioni importanti, come la quota 100, per rilanciare l’occupazione giovanile e contribuire a dare nuova spinta all’economia in generale. Occupazione e misure di protezione per le fasce più deboli rappresenterebbero, dunque, i punti cardine dell'agenda del nuovo schieramento, secondo quanto spiegato dalla Guerra.

Le ultime affermazioni di Zanda e ripercussioni su novità per le pensioni

Dal canto suo, Luigi Zanda, presidente del centrosinistra a Montecitorio, coordinatore tra esecutivo e maggioranza, ha innanzitutto affermato come le scissioni rendano l'esecutivo più debole, ma avrebbe bisogno di rendersi più forte per evitare di cadere, contribuendo al rafforzamento, invece, degli altri schieramenti politici come centrodestra e pentastellati, ognuno pronto ad un nuovo assetto interno e alleanze proprio in vista di eventuali nuove elezioni e per avere, chiaramente, una maggioranza forte.

D'altro canto, proprio Zanda ha spiegato, stando a quanto riportano le ultime notizie, la posizione di contrarietà della maggioranza alle intenzioni del Dicastero dell’Economia di procedere con privatizzazione e aumenti delle imposte, perché peserebbero sui cittadini e contribuirebbero a spostare i favori verso gli altri schieramenti politici, e la necessità di andare avanti con le misure di contrasto all’indigenza, novità per i minori stranieri non accompagnati, cyber bullismo e ius soli. Senza dimenticare l’iter economico che, si spera, potrebbe comprendere anche le novità per le pensioni ulteriori che sono state annunciate per il momento successivo di analisi tra esecutivo e forze sociali, ad oggi in forse, ma che dovrebbero puntare quanto meno sulla quota 100 o la revisione delle probabilità di vita, importanti per un rilancio dell’occupazione giovanile nel nostro Paese.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su