Dubai Airshow 2017: Leonardo protagonista e più di 160 velivoli differenti

Si tratta di uno dei più importanti appuntamenti del settore. Sono tra gli altri in vetrina i modelli Airbus A350, Airbus A319, Boeing 787 Dreamliner e Boeing 777.

C'è Leonardo in prima fila al Salone Dubai Airshow 2017, adesso in corso di svolgimento. L'azienda italiana ha scelto il palcoscenico mediorientale per levlare i veli da un prototipo in scala 1:1 della cabina del convertiplano AW609 in configurazione per ricerca e soccorso e la nuova versione Fighter Attack dell'addestratore M-346. Quest'ultimo, equipaggiato con una variante del radar multifunzione Grifo, è ina evoluzione di un concetto di velivoli progettati per rispondere ai requisiti delle forze aeree mondiali. Non solo, ma proprio nel giorno del debutto ha firmato con Milestone Aviation per altri tre elicotteri AW169 da utilizzare da Falcon Aviation, società di Abu Dhabi. L'AW169 è destinato a essere uno dei nostri programmi di punta dei prossimi anni al pari del precedente AW139.

Leonardo al Dubai Airshow 2017

Il legame con il Medio Oriente da parte di Leonardo è noto da tempo. Basti pensare che otto anni fa gli Emirati Arabi avevano selezionato l'addestratore Leonardo in 48 unità, ma allo stato è ancora tutto congelato. Non solo, ma negli ultimi tre anni ha conquistato ordini per 9 miliardi di euro. E a proposito dell'elicottero AW169, secondo Carlo Gualdaroni, responsabile commerciale della divisione elicotteri di Leonardo, si tratta di un mezzo cona prestazioni e soluzioni ingegneristiche uniche sul mercato. La macchina detiene il 70% del mercato britannico nella sua categoria e sta andando bene in Italia. A tessere le lodi del mezzo è stato anche il responsabile delle vendite civili della divisione, Emilio Dalmasso, secondo cui è molto versatile sia nella versione Vip sia in quella Ems per il trasporto sanitario.

A chiudere il cerchio delle novità c'è poi il contratto con l'MoD britannico per la fornitura agli Airbus A400M inglesi equipaggiamenti in grado di simulare minacce di tipo radar prima del decollo. Come rende noto l'azienda, le soluzioni di capability assurance di Leonardo, progettate e realizzate nel Regno Unito, sono già impiegate per i Typhoon, Tornado, C130J, Wildcat, Merlin e Chinook britannici.

Dubai Airshow 2017 e non solo

Che sia un periodo particolarmente caldo e prolifico per il settore è dimostrato da Airbus che sta per chiudere un maxi-accordo da circa 16 miliardi di dollari con la compagnia aerea araba Emirates per la fornitura di 36 superjumbo jets A380. L'annuncio ufficiale potrebbe arrivare proprio in occasione del Dubai Airshow che vede protagonisti nella capitale araba i principali produttori del settore, compresa appunto l'italiana Leonardo-Finmeccanica. In ogni caso, a Dubai sfilano oltre 1.200 espositori di quasi tutte le industrie aerospaziali internazionali. Si tratta di uno dei più importanti appuntamenti del settore. Ecco allora che sono oltre 160 gli aeromobili in mostra al Dubai Airshow 2017. In vetrina i modelli Airbus A350, Airbus A319, Boeing 787 Dreamliner e Boeing 777. Tra i modelli militari il Sukhoi Su-35 della Russia, l'Eurofighter Typhoon, e il velivolo di trasporto militare a medio raggio Antonov An-70.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su