Sgarbi subito polemica dopo la nomina ad assessore Sicilia Beni Culturali

Sgarbi nominato assessore ai beni culturali della Sicilia afferma che potrebbe lasciare solo se diventasse Ministro dei Beni Culturali

Vittorio Sgarbi è stato scelto e nominato in Sicilia come nuovo assessore regionale ai beni culturali, ma già sorgono i promi problemi.

La Vicenda

Come sempre Sgarbi divide, ma il fatto che alla prima riunione non ci fosse della giunta, questo ha creato subito un pò di polemica. E qualcunio ha anche ricordato che Sgarbi ricopre lo stesso ruolo ad Urbino anche perchè movimento Urbino al centro e Cut Liberitutti ha già inoltrao domanda per verificare se gli incarichi siano compatibili. Nela nota il Gruppo ha sottolineato che c'è bisogno di un assessore comunale che sia presente e che Sgarbi ha presenziato solo a 3 riunioni su 52.

La reazione

Sgarbi ha spiegato che Musumeci è una persona che sa bene i suoi impegni, ma che ci tiene ad averlo e che segua questa incarico e che farà di tutto perchè sia il più presente possibile. E che la polemica che secondo alcune idniscrezioni c'è stata, non è assolutamente vera.
Sgarbi, ad una domanda dei giornalisti, ha risposto che potrebbe dimettersi solo in caso di una vittoria del centro-destra dove c'è la sua lista Rinascimento e se gli chiedessero di fare il Ministro dei Beni Culturali. Altrimenti come deputato non resterà a Roma, non gli interessa.





di Luigi Mannini pubblicato il


Torna su