Elezioni Sicilia regionali 2017: sondaggi clandestini e interni partiti aggiornati oggi sabato 4 novembre. Chi vince

Tempo di elezioni comunali in Sicilia. Esito incerto: sono in corsa Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Fabrizio Micari, Nello Musumeci e Roberto La Rosa.

C'è la Regione Sicilia a essere interessata dalle elezioni in programma domenica 5 novembre 2017. Dalle 8 alle 22 sarà possibile esprimere la propria preferenza tra Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Fabrizio Micari, Nello Musumeci e Roberto La Rosa recandosi al seggio elettorale di appartenenza, in cui occorre presentarsi minuti di tessera elettorale e documento di riconoscimento valido. Per risultati e aggiornamenti in tempo reale sull'andamento degli scrutini, i siti principale sono quello del Ministero dell'Interno e della Regione Siciliana Ma ci siamo anche noi di businessonline.it così come le prime proiezioni saranno disponibili sui principali portali generalisti di informazione. Tuttavia lo spoglio delle schede depositate nell'urna non inizierà prima della giornata di lunedì.

Cinque candidati presidente per una poltrona

Sia i sondaggi clandestini delle ultime ore e sia quelli interni dei partiti riferiscono lo stesso scenario. L'esito è incerto, ma alla fine dei giochi sono in due ad avere maggiori possibilità di vittoria: il candidato del centrodestra e quello del Movimento 5 Stelle. Per il centrosinistra si tratta di una tornata elettorale in cui cercare di contenere i danni: le rilevazioni degli ultimi tempi vanno nella scia di quelle delle ultime settimane e sono di segno negativo ovvero di scarse possibilità di arrivare alla vittoria. Per gli altri due candidati di cercare di guadagnare quanta più rappresentanza possibile. Si registra particolare fiducia dalle parti del Movimento Democratico e Progressista. Anche perché, per quanto si tratto di una tornata locale, questo è l'ultimo test prima del voto nazionale. Ricordando come non esista alcun ballottaggio ovvero diventerà presidente della Regione Sicilia il candidato che riceverà più voti, a concorrere per la poltrona più ambita sono in cinque:

  1. Giancarlo Cancelleri del Movimento 5 Stelle
  2. Claudio Fava, espressione di Cento passi per la Sicilia, che raggruppa Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista, Verdi, Partito della rifondazione comunista, Possibile, Sinistra italiana e Socialisti siciliani
  3. Fabrizio Micari, sostenuto da Partito democratico, Alternativa popolare - Centristi x Micari, Sicilia futura-Psi, Micari presidente (Il Megafono, Sinistra siciliana e Generazione next)
  4. Nello Musumeci, appoggiato da #Diventeràbellissima, Forza Italia in cui sono confluiti Scelta civica, Rivoluzione cristiana, Partito liberale italiano e Unione dei siciliani indignati, Musumeci presidente (Fratelli d'Italia - Alleanza nazionale, Noi con Salvini, Energie per l'Italia), Unione di centro, Popolari e Autonomisti (Cantiere popolare, Movimento per le autonomie e Idea Sicilia)
  5. Roberto La Rosa di Siciliani Liberi

Come si vota alle elezioni di domenica?

La scheda è unica e l'elettore può esprimere due voti: uno per la lista regionale e uno per la lista provinciale; può optare per il voto di preferenza ovvero esprimere la preferenza per uno dei candidati inseriti nelle liste provinciali; può scegliere la strada del voto disgiunto ovvero l'elettore può votare una lista regionale e una lista provinciale non collegate fra loro. Nel caso in cui l'elettore ometta di votare per una lista regionale, il voto validamente espresso per una lista provinciale si intende espresso anche a favore della lista regionale che risulta collegata con la lista provinciale votata. Viene proclamato eletto alla carica di presidente della Regione Siciliana il capolista della lista regionale che consegue il maggior numero di voti validi.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su