Elezioni Regionali Sicilia 2017:sondaggi aggiornati oggi domenica,vietati,previsioni chi vince,risultati aggiornamento tempo reale

C'è incertezza in Sicilia per la scelta del nuovo governatore. Per sapere chi vince occorre attendere la giornata di lunedì con lo spoglio, ma gli exit poll arriveranno con la chiusura delle urne.

I vari Forza Italia, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Movimento democratico e progressista sanno bene che le elezioni regionali in Sicilia di domenica 5 novembre 2017 rappresentano una test importante che può avere ripercussioni anche a livello politico nazionale. C'è molta incertezza per via dell'alto tasso di astensionismo che viene già messo in conto. Non ci sarà alcun turno di ballottaggio per cui il candidato vincente sarà colui che prenderà più schede a favore in questo turno unico. Stando a tutti i sondaggi pubblicati, fin quando era possibile, ma anche alla luce delle rilevazioni clandestine, quelle mascherate sotto forma di corse di cavalli o di previsione di vendita di auto, sono soprattutto in due a giocarsela fino alla fine mentre per gli altri si tratta solo di ottenere una buona performance.

A ogni modo, sono tanti i siti che si sono attrezzati per seguire l'andamento delle urne con exit poll, proiezioni e dati sull'affluenza. In prima fila ci sono il Corriere della Sera, la Repubblica, il Sole 24 Ore e l'Huffington Post, ad esempio, ovvero i siti generalisti di informazione. Un ampio speciale sulle elezioni regionali in Sicilia è presente anche sul sito di Sky TG24. E anche noi di businessonline.it forniremo aggiornamenti in tempo reale man mano che lo spoglio delle schede andrà avanti e sarà più chiaro il risultato delle urne. Ma, ripetiamo, solo dalla giornata di lunedì. Previsioni e proiezioni arriveranno invece sin dal momento della chiusura delle urne.

Chi vince le elezioni regionali siciliane 2017

In quelle che si prospettano come elezioni regionali da un elevato tasso di astensionismo, a contendersi la vittoria finale per la conquista della guida di Palazzo d'Orleans sono in cinque:

  1. Nello Musumeci, appoggiato da #Diventeràbellissima, Forza Italia in cui sono confluiti Scelta civica, Rivoluzione cristiana, Partito liberale italiano e Unione dei siciliani indignati, Musumeci presidente (Fratelli d'Italia - Alleanza nazionale, Noi con Salvini, Energie per l'Italia), Unione di centro, Popolari e Autonomisti (Cantiere popolare, Movimento per le autonomie e Idea Sicilia)
  2. Fabrizio Micari, sostenuto da Partito democratico, Alternativa popolare - Centristi x Micari, Sicilia futura-Psi, Micari presidente (Il Megafono, Sinistra siciliana e Generazione next)
  3. Giancarlo Cancelleri del Movimento 5 Stelle
  4. Roberto La Rosa di Siciliani Liberi
  5. Claudio Fava di Cento passi per la Sicilia, che raggruppa Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista, Verdi, Partito della rifondazione comunista, Possibile, Sinistra italiana e Socialisti siciliani

Elezione dell'Assemblea regionale: come funziona

Dei 70 seggi dell'Assemblea siciliana, 62 sono attribuiti in ragione proporzionale sulla base di liste di candidati concorrenti nei collegi elettorali provinciali; 1 al presidente di Regione; 1 al capolista della lista regionale che ottiene una cifra di voti validi immediatamente inferiore a quella conseguita dalla lista regionale risultata più votata. I restanti, fino a un massimo di 6, ai candidati della lista regionale del presidente eletto. Nell'eventualità che la somma tra il numero dei seggi attribuiti alla lista regionale del presidente e il numero dei seggi conseguiti nei collegi dalle liste provinciali a essa collegate raggiunga 42, oltre al presidente della Regione eletto, non si procede oltre con tale attribuzione. I restanti seggi sono così ripartiti, in proporzione alle rispettive cifre elettorali regionali, fra le liste non collegate alla lista regionale vincente, che siano state ammesse all'assegnazione dei seggi.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su