Elezioni Regionali Sicilia 2017: aggiornamenti tempo reale oggi lunedì. Novità previsioni, exit poll, spoglio risultati ufficiali

Programmi dei candidati alle elezioni siciliane e attesa dei risultati finali: ultimi sondaggi, previsioni e aggiornamenti in tempo reale

E' iniziato lo spoglio oggi lunedì 6 Novembre e seguiremo con aggiornamenti in tempo reale nel paragrafo dedicato all'articolo sia i vai exit poll, che i risultati man mano ufficiale per capire chi vince, chi sarà il vincitore tra Musumeci, Cancelleri, Micari.
Continuiamo con l'aggiornamento con gli ultimi exit poll, dopo quelli dati questa mattina, ora ci sono le previsioni su chi vince alle ore 11 aggiornate sempre in tempo reale
SI TROVA TUTTO INQUESTA PAGINA E CON AGGIRONAMENTI IN TEMPO REALE NELLO SPAZIO DEDICATO

Tutto è pronto, nonostante confusione e continui dibattiti, per le elezioni regionali in Sicilia che si terranno domenica 5 novembre. Oltre 4 milioni di siciliani sono chiamati a votare dalle 8 alle 22 per eleggere il nuovo presidente della Regione. Lo spoglio inizierà lunedì mattina alle 8 e al termine dello stesso il candidato che avrà preso più voti diventerà il nuovo presidente della regione. Nel corso della giornata di lunedì cforniremo aggiornamenti in tempo reale durante lo spoglio fino all’uscita dei risultati finali per conoscere il vincitore.

Il presidente uscente è Rosario Crocetta del centrosinistra, che ha deciso di non ricandidarsi. Le elezioni in Sicilia, per molti, una sorta di anticipo per l’appuntamento nazionale delle prossime elezioni politiche, perché se i siciliani dopo cinque anni di Governo Crocetta non vedono l’ora di cambiare e rinnovarsi, anche gli italiani attendono con ansia finalmente le prossime elezioni politiche per poter finalmente scegliere il proprio governo.

Il metodo di voto regionale in Sicilia prevede:

  1. un turno unico senza ballottaggio con metodo misto, con 62 seggi assegnati con sistema proporzionale;
  2. soglia di sbarramento al 5%, con 7 seggi per la lista del presidente e un seggio al candidato che arriva secondo;
  3. possibilità di voto disgiunto, per cui i cittadini potranno liberamente scegliere un candidato all'assemblea da una lista provinciale di una coalizione e il candidato governatore di un'altra lista.


Elezioni regionali Sicilia 2017: candidati e programmi

Cinque i candidati in corsa per le elezioni regionali siciliane:

  1. Giancarlo Cancelleri del Movimento 5 Stelle;
  2. Nello Musumeci, sostenuto da Forza Italia;
  3. Fabrizio Micari, appoggiato da Partito democratico, Alternativa popolare-Centristi x Micari, Sicilia futura-Psi, Micari presidente;
  4. Roberto La Rosa di Siciliani Liberi;
  5. Claudio Fava di Cento passi per la Sicilia, che comprende Articolo 1- Movimento Democratico e Progressista, Partito della rifondazione comunista, Possibile, Sinistra italiana, Verdi e Socialisti siciliani.


Nonostante la corsa a cinque, la vera ‘battaglia’ elettorale sembrerebbe si stia giocando soprattutto tra tre candidati, quello di centro destra, quello di centrosinistra e quello del Movimento 5 Stelle. Programmi e obiettivi diversi sono stati dichiarati dai diversi candidati con un unico importante comune denominatore in ogni programma: lotta alla mafia e sostegno alla legalità.
Nello Musumeci, 62 anni, ex presidente della provincia di Catania, candidato di Forza Italia continua a ribadire le sue priorità che sarebbero:

  1. lotta alla mafia;
  2. attenzione alle famiglie più bisognose attraverso nuovi incentivi e sostegni;
  3. combattere l'evasione scolastica, per sostenere educazione e cultura;
  4. aiuti alle imprese per renderle più efficienti e produttive;
  5. misure di rilancio dell’occupazione, ancora troppo bassa nell’Isola.

Fabrizio Micari, candidato del Pd, da due anni rettore dell'università di Palermo, ha invece indicato tra le sue priorità:

  1. rilancio delle misure per sostenere nuovo sviluppo;
  2. nuova spinta a misure per sostenere il lavoro;
  3. ‘pulizia’ del mondo della politica per permettere alla regione di rilanciarsi in maniera onesta e pulita.

Giancarlo Cancelleri, 42 anni candidato del Movimento 5 Stelle, secondo le ultime notizie, punta su:

  1. un forte rilancio dell’economia regionale, a partire dal settore turismo;
  2. abolizione dei vitalizi;
  3. taglio dei costi della politica dell’Ars;
  4. misure di contrasto alla mafia;
  5. costituzione di una nuova classe politica regionale pulita.

Per il candidato del Movimento Siciliani liberi Roberto La Rosa, la priorità è quella di conquistare indipendenza economica e difendere i diritti dei siciliani, a differenza di quanto accaduto nelle altre regioni a statuto speciale, mentre per il candidato della sinistra Claudio Fava, figlio del giornalista Pippo Fava, uccido dalla mafia nel 1984 la priorità per la Sicilia è quella della lotta per la legalità. Combattere la mafia, anche lì dove si pensa che non ci sia, per Fava, rappresenta il primo passo verso un concreto miglioramento della Sicilia perché, a suo dire, proprio a causa di questa piaga migliaia di giovani hanno deciso di lasciare la regione e andare a studiare e lavorare fuori, non prospettando alcun nuovo futuro rinnovato per la Sicilia. Sarebbe, dunque, necessario, per Fava, invertire questa tendenza e ‘ripulire’ il mondo politica dalle abitudini criminali.

Elezioni regionali Sicilia 2017: sondaggi clandestini

Stando a quanto riportano le ultime notizie, nonostante il grande consenso che ha sempre riscosso il Movimento 5 Stelle, secondo i sondaggi clandestini, sembrerebbe in testa Musumeci tanto che Forza Italia punterebbe al 40%. Lo stesso leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, a Palermo solo qualche giorno fa per dare il suo personale sostegno a Musumeci, ha chiaramente detto che il centrodestra potrà avere il piacere di vedere presidente della Regione Musumeci, definito dallo stesso leader garanzia di trasparenza e competenza. Per il Movimento 5 Stelle, Cancelleri, sempre secondo i sondaggi clandestini, sarebbe poco sotto il 30%, mentre il Pd teme un risultato deludente.

--------------------------- Spoglio schede in tempo reale, risultati ed exit poll oggi lunedì 6 Novembre

Stando a quanto riportano gli ultimi exit poll, Musumeci del centro-destra è primo insieme a Cancelleri del M5S in un testa e testa con le seguenti poriezioni e previsioni. Il primo avrebbe 36%-40%, il secondo il 33%-375. Male, assolutamente distaccato almeno da queste previsioni è il candidato Pd o meglio del centro SInistra Micari con il 16-%-20%. Confermiamo che lo spoglio è inziato e noi lo seguiremo in tempo reale.

Seconde previsioni ed exit poll alle ore 11 con Muumeci al 36%, che è tallontato però da Cancelleri al 34%. Ancora maggiore disttaco per Micari con il 19,5% circa. E' iniziato anche lo spoglio ufficiale ma solo su 85 Comuni sono stati scrutinte le schede e vede gli stessi risultati, con un 41% di Musumeci e un 34,40 di Cancelleri, ma 85 Comuni sugli oltre 5000 non sono affatto significativi.





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su