Amazon, sviluppi in Italia tra quartiere generale e Milano e ulteriori

Il quartier generale italiano della piattaforma di e-commerce leader mondiale del settore è stato individuato e realizzato in una struttura immensa con i diciassettemila e cinquecento metri quadrati

Amazon continua ad espandersi in Italia sia fisicamente che con servizi e prodotto per i clienti.

Amazon mette le radici anche in Italia. Più precisamente a Milano, città che conferma ancora una volta di essere il vero propulsore economico-finanziario del Paese attirando su di sé investimenti di questo calibro. Il quartier generale italiano della piattaforma di e-commerce leader mondiale del settore è stata individuato e realizzato in una struttura davvero immensa con i suoi diciassettemila e cinquecento metri quadrati di superficie nel cuore del distretto high tech della metropoli meneghina.

E Amazon sarà in buona compagnia visto che in questa zona si trovano anche le sedi operative di Microsoft e Samsung e con i suoi quattrocento dipendenti si confermerà come un colosso multinazionale anche rispetto alle aziende prime citate. Dipendenti che potranno lavorare in una struttura moderna e funzionale visto che l’impianto di illuminazione permetterà alle luci di accendersi automaticamente. Non solo tecnologia però perché la struttura prevede anche piazze interne dove incontrarsi per scambiare pareri o per cercare un po’ di relax, cucine, strutture per il relax, terrazze panoramiche. Una struttura infine anche attenta all’ambiente con i suoi duecento metri quadri di pannelli solari sul tetto e piazzole di ricarica per le auto elettriche nei parcheggi. Previsti anche ulteriori sviluppi in Italia. Vediamo quali

Apre quartier generale Amazon a Milano

Sono quattrocento i dipendenti di Amazon che sono entrati nel nuovo quartier generale di Amazon a Milano. E le impressioni sono state molto positive visto che rispetto alla vecchia struttura è aumentato non solo lo spazio a disposizione ma anche il comfort di poter approfittare di una sede nuova, moderna e funzionale. Parcheggi interni per auto e bici che a Milano rappresentano un bene primario e la possibilità di farsi anche la doccia visto che i bagni ne sono forniti in abbondanza. Oltre 17.500 metri quadri spalmati su due blocchi, nel centro di Milano, sui Bastioni di Porta Nuova, praticamente dando le spalle a Eataly. Zona emergente ma già abbastanza chic per la più grande Internet company al mondo.

Amazon ulteriori sviluppi in Italia

Questo investimento di Amazon rappresenta solo il primo passo verso un futuro ancora più grande visto che sono previsti ulteriori sviluppi in Italia. Primo step il numero di dipendenti che da quattrocento saliranno presto a più di mille, ragion per cui nel prossimo periodo sono previste assunzioni di diverse figure professionali. È inevitabile per una città che si sta accreditando sempre più come centro nevralgico delle politiche future per il mercato italiano. L'inaugurazione del quartier generale sancisce il definitivo ingresso di Amazon in Italia, una conseguenza anche del ritrovato accordo col fisco nazionale.


Dopo le accuse dello scorso aprile di aver evaso centotrenta milioni di tasse in Italia Amazon ha firmato un accordo nel quale vengono chiariti per bene alcuni aspetti legati al prelievo fiscale. Con la nuova sede operativa sono tutti contenti: Milano, che rafforza la sua immagine di capitale economica del Paese e città tecnologicamente all'avanguardia a livello internazionale, Amazon che lascia gli ormeggi e non nasconde più la sua presenza cospicua in Italia come accaduto fino a qualche tempo fa e l'Agenzia delle Entrate, che ha certamente risposte adeguate alle proprie esigenze. Insomma, la regola principale affinché un business vada a buon fine, e cioè che quella che tutti i soggetti che rientrano nel medesimo affare, siano contenti delle condizioni createsi, è stata rispettata. Ora non resta che attendere le assunzioni per poter essere pienamente soddisfatti di questo importante investimento.





di Luigi Mannini pubblicato il


Torna su