Vespa elettrica presentata da Piaggio

Il gruppo di Pontedera punta con decisione sulla mobilità ecologica e la nuova Vespa elettrica presentata al Salone internazionale delle due ruote rappresenta la migliore sintesi.

Arriva la nuova Vespa elettrica, vera e propria icona italiana di stile. Perché il tempo passa e gusti, esigenze e desideri degli amanti delle due ruote variano si adeguano i tempi, ma la Vespa di Piaggio è sempre là. Con un rinnovato look e con alcune migliorie si presenta sul mercato per cercare di intercettare i consumatori italiani e non. Per la sua presentazione, il gruppo di Pontedera ha scelto Eicma 2017 ovvero il tradizionale Salone internazionale delle due ruote. Tre novità vanno subito segnalate:

  1. la commercializzazione avverrà nel corso del 2018
  2. potrà essere acquistata con un canone mensile che comprende un pacchetto di servizi aggiuntivi
  3. la produzione avverrà interamente in Italia nella sede toscana di Pontedera, in provincia di Pisa

Viene da dire che la Vespa ha dato il via a una nuova era della motorizzazione, questa volta prova a segnare un nuovo inizio nel segmento di mercato della mobilità elettrica ed ecologica. La propulsione elettrica viene oggi consderata la soluzione privilegiata per le esigenze di questa nuova mobilità. Non passa poi inosservata l'attenzione per l'innovazione, come dimostrato dalla possibilità di connettere lo smartphone allo scooter e, attraverso il Vespa Multimedia Platform, controllare le funzioni. Il sistema multimediale integra un display TFT a colori.

Nuova Vespa sempre più ecologica

Ci sono tre aspetti su cui il produttore ha insistito nella fase di presentazione: l'eleganza, la silenziosità e l'ecologia. La Vespa elettrica si pone insomma come la perfetta due ruote a zero emissioni. A spingere la variante EV dello scooter ci pensa allora un motore elettrico che eroga una potenza continua di 2 kW e una potenza di picco di 4 kW. A conti fatti si tratta di prestazioni superiori a quelle di un tradizionale cinquantino. E se il punto debole di tutte i mezzi elettrici continua a rimanere quello della batteria, il produttore assicura un'autonomia fino a 100 chilometri per ogni ciclo di ricarica. La batteria agli ioni di litio, promette Piaggio, non ha bisogno di particolari precauzioni.

C'è anche la variante X della Vespa elettrica

A bene vedere, al Salone internazionale delle due ruote ha visto la luce anche la versione X della Vespa elettrica, quella in grado di percorrere più strada con la stessa ricarica di batteria per via della presenza di un generatore al motore elettrico, ne raddoppia l'autonomia. I prezzi non sono stati comunicati né di questa versione speciale né del modello base. Come ricorda Piaggio, la tradizione nelle motorizzazioni elettriche risale alla metà degli anni 70 con il primo scooter ibrido. E quella presentata adesso a Milano è solo il miglior esemplare mai realizzato. Ma su punto il produttore vuole essere chiaro: la Vespa elettrica è una vera Vespa con a bordo la migliore tecnologia dell'elettrico su un veicolo che mantiene tutte le caratteristiche che ne hanno costruito la fama. Quali? Lo stile, l'agilità, la facilità di utilizzo e il piacere di guida, innanzitutto, con l'aggiunta di tecnologiche e innovative soluzioni di connettività.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su