Gomme invernali: date inizio prima autostrade e obbligo quando catene neve. Multe

Ancora una settimana di tempo a disposizione degli automobilisti italiani per mettersi in regola con le regole 2017 su gomme inverali e catene da neve.

Oltre alle date, alle regole e alle indicazioni che abbiamo indicato c'è un aggiornamento che riguarda le autostarde appena comunicato che visto le previsioni meteo hanno imposto l'obbligo di gomme invernali già da sabato 10 Novembre, ovvero domani, dalle ore 20 per le tratte e strade di A13 Bologna-Padova, Milano-Napoli A1 tra Sasso Marconi e Parma e nel tratto Bologna Cattolinca nela A14 tra Bologna Taranto. Diciamo che per sicurezza,ed evitare multe è meglio munirsi e montare gomme invernali o avere le catene da neve in tutta l'Emilia Romagna

Le temperature sono ormai impazzite e non c'è più quel passaggio chiaro e distinto da una stagione all'altra. Tuttavia alcuni appuntamenti trovano sempre spazio nel calendario degli automobilisti, come quelle delle catene a bordo o di equipaggiarsi con pneumatici invernali. L'obbligo scatta puntale questa volta e le date da ricordare sono il 15 novembre 2017 e il 15 aprile 2018, rispettivamente giorno di inizio e giorno di conclusione. Sono interessati i tratti delle strade in gestione Anas più esposti al rischio di nevicate o formazione di ghiaccio in inverno. E attenzione perché non si tratta di uno scherzo ovvero di una scelta facoltativa. Le regole parlano chiaro e non si può prescindere: chi non rispetta l'obbligo sarà costretto ad aprire il portafogli per pagare multe dall'importo variabile tra 41 e 335 euro, in base a dove si viene sorpresi tra dentro e fuori centri abitati.

Naturalmente vale anche il contrario: scaduti i termini è vietato girare per le strade italiane con le gomme invernali. E anzi, le sanzioni a carico dell'automobilista sono ancora più salate e possono raggiungere l'importo record di 1.682 euro. Ma prima ci sono questi cinque mesi da rispettare. La bella stagione è ancora lontana e anche le auto vanno equipaggiate a dovere. D'altronde c'è di mezzo la nostra incolumità, mica poco. A essere chiamati a rispettare le ordinanze su gomme invernali e catene da neve sono i veicoli a quattro ruote e non i ciclomotori a due ruote e i motocicli. In ogni casi, per quest'ultimi due mezzi è comunque vietato mettersi in strada in caso di neve o ghiaccio.

L'importanza di consultare il sito Anas

Il punto di riferimento per conoscere le misure delle gomme invernali è il libretto di circolazione in cui sono contenute tutte le informazioni necessarie. Ma per conoscere i tratti più critici prima di mettersi in viaggio è il web. C'è ad esempio la piattaforma pneumaticisottocontrollo.it che è tra le più consultate perché raccoglie tutte le ordinanze rilasciate sia a livello centrale sia locale. Il sito dell'Anas è tra in più consultati, da cui si apprende, ad esempio, che in Friuli Venezia Giulia, tra le tante strade interessante c'è la statale 54 del Friuli da Cividale del Friuli al confine di Stupizza e dal valico Cave del Predil a quello di Fusine;

Tutti i controlli da fare prima di mettersi su strada

Man mano che entriamo nel cuore dell'inverno, incontrare tratti di strada ghiacciati o innevati diventa la regole, come dimostrato dalla misura preventiva di avere a bordo le catene o di dotarsi di gomme invernali. Ma siamo sicuri che basta affinché la propria auto sia a norma e possa circolare senza problemi e preoccupazioni sulle strade? In prima battuta, attenzione alle gomme dell'auto sotto tutti i punti di vista. Almeno una volta al mese occorre controllare la corretta pressione degli pneumatici e prima dei lunghi viaggi per le prossime vacanze di fine anno, ricordare di verificare la presenza e la condizione della ruota di scorta o del ruotino. Non sottovalutare l'integrità dello pneumatico: tagli o lacerazioni potrebbero causarne l'esplosione improvvisa mentre un'eccessiva usura del battistrada potrebbe diminuire l'aderenza alla strada.


Indispensabile tenere sotto controllo gli ammortizzatori per mantenere un'adeguata stabilità dell'auto e far controllare la convergenza delle ruote: un allineamento corretto degli pneumatici è essenziale per migliorare le prestazioni complessive. Nelle vetture dotate di servosterzo è consigliabile un controllo periodico della cinghia di azionamento della pompa per evitare un improvviso irrigidimento dello sterzo, soprattutto a velocità sostenuta. Alcune vetture sono dotate di una spia luminosa sul cruscotto che segnala l'insufficienza del liquido dei freni o delle pastiglie. È opportuno tuttavia verificarne periodicamente il livello nell'apposito serbatoio insieme allo stato delle pastiglie. Un controllo dei freni è necessario almeno ogni 20.000 km e anche meno se si circola soprattutto in città, dove sono più soggetti a usura.





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su